giovedì 30 settembre 2010

Vecchio stile





















Tempo fa ho scritto quello per me ( e ripeto per me) è un ragazzo ben vestito. Non avevo inserito appositamente un indumento essenziale per ogni armadio, un capo d'abbigliamento senza tempo che con varie modifiche a seconda della stagione può essere portato fin dall'adolescenza. La giacca. Non pensate al serioso doppiopetto del bisnonno che si usa una volta all'anno alla prima della "Scala" (tiratelo fuori per tempo altrimenti la vostra vicina sentirà puzza di naftalina per almeno dieci giorni), ma di una giacca dal taglio classico impreziosita da colori accesi.

La famiglia di mio padre aveva un magazzino di tessuti nel cuore del ghetto di Roma, fondato dal mio trisnonno. Ha aperto negozi di tessuti al dettaglio per capi sartoriali, abbigliamento donna e uomo di Loro Piana, Burbery's & Church's e collaborato con alcuni stilisti tra cui Ferrè e con un giovane Valentino. Parlo al passato perchè ormai l'azienda che portava il nostro cognome si è estinta ma ne rimane il senso estetico e il gusto. Ho ereditato dal nonno e da mio padre moltissimi capi classici creati su misura con i tessuti di famiglia, dalle camicie, alle sciarpe, e una valanga di giacche. Ogni colore, ogni trama, per ogni stagione.


Io le utilizzo solamente in autunno quando ancora si riesce a stare fuori di casa senza subire il freddo polare della Lombardia. Hanno un taglio classico, le ho scelte per i colori e perchè sono quelle che si possono utilizzare di più per facilità di abbinamento. Trovo stiano molto bene con un jeans, con le all star e con una sciarpa che le rende meno "serie".
Sono tutte di lana esternamente, rifinite nel migliore dei modi sia per le cuciture sia per il tessuto molto buono e resistente. Ne ho la conferma ogni volta che le indosso, alcune hanno anche 30 anni e sono perfette.

Ho scelto anche alcune sciarpe, l'unica creata con i tessuti della mia famiglia è quella dai colori violacei, un foulard molto ampio con delle decorazioni raffinate, è la mia preferita per la sua morbidezza. Il segreto è il materiale, 50% seta e 50% cashmere. Ci dormirei abbracciato da quanto è soffice.
Il tocco di classe è la giacca da camera (volgarmente chiamata vestaglia) che uso quando sono malato o sotto esame.

Per quanto riguarda il resto è tutto mercatino dell'usato (la coppoletta grigia di Henry Cotton's), bancarelle di Parigi (la pashmina verde), Zara (la giacca blu), H&M (il portadocumenti marrone) e quello che capitava sotto le mani in questa furia da fashion blogger.


Ho voluto fare queste foto perchè sugli appendini le giacche non rendevano assolutamente. Non amo mettermi in posa e in alcuni scatti il mio imbarazzo è palese. Irene, soprannominata Anne Leibovitz per questo "shooting" ha passato l'intero pomeriggio dietro l'obbiettivo interrompendo anche il respiro per avere la mano completamente ferma. Un amore di ragazza. Cloddy esaminava gli scatti e alimentava la mia autostima già pericolante.

Spero che il risultato vi piaccia. Ci ho messo tutta la mia faccia da schiaffi.

Grazie di cuore a tutti per il solo fatto che passate di qui.


Vostro Lollo.

12 commenti:

  1. mi piace mi piace MI PIACE!! si è capito che mi piace?! :) adoro le giacche e il "vecchio stile" (ma chiamiamolo classico che mi pare più appropriato) declinato con buon gusto, personalità e con un'occhiata (critica, non nel senso che ad oggi faccia tutto schifo, per carità, ma nel senso che non bisogna farsi piacere qualsiasi cosa solo perchè è di tendenza) a ciò che della moda del momento ci si addice e ci dona...in ogni caso un taglio ben fatto e un materiale di qualità sono i due pilastri portanti di ogni capo che valga la pena di essere comprato, a prescindere dalla firma, dal prezzo o da qualsiasi altra cosa! le giacche della tua famiglia lollo sono la dimostrazione di ciò!! e tu smettila di vergognarti perchè primo non ne hai prooooprio alcun motivo, secondo ho il brutto vizio di girare con la digitale in borsa spesso e volentieri...quindi, caro futuro emiliano, rassegnati!! ;) <3

    RispondiElimina
  2. f-a-v-o-l-o-s-o!!! un vero modello... di postalmarket!!! stai benissimo e le giacche oltre ad avere una propria storia, sono eleganti e adatte ad ogni occasione.... la prossima volta, vogliamo più scatti (almeno 300!!)...ahahah
    cloddy

    RispondiElimina
  3. Certo che hai una bella faccia da schiaffi,non c'è che dire!Vedo poi che sei già pronto per Vallombrosa..ahahah! Comunque le giacche sono bellissime e tu le indossi con molta classe,le cose belle non passano mai di moda,hai fatto bene a conservarle!Poi lo sai a Zia Assunta non piacciono per niente questi giovani che vanno in giro tutti stracciati e tatuati quindi..w Lollo fashion old style!

    RispondiElimina
  4. secondo me sei bello e in queste foto non si vedono gli occhi.
    Altro che faccia da schiaffi, forse perchè ce l'ho anche io :P
    le giacche sono stupende.
    Mi piace molto anche il golfino bianco.
    molto chic!

    RispondiElimina
  5. Sono contento che vi sia piaciuto questo post un pò alla Chiara Ferragni. Io sono un pò più timido di lei ma va bene lo stesso! Che fatica però! La prossima volta foto in canotta e con i tatuaggi bene in vista!!

    RispondiElimina
  6. Abolirei L'idea delle foto in canotta con i tautuaggi..per il resto tutto davvero bellissimo....sei un super modello..e la sciarpa fixia e arancione è stupenda...un bacione tesorino..tvb fede

    RispondiElimina
  7. Complimenti belle giacche e davvero ottima la varietà di fantasia e tonalità. Concordo con te sul disimpegnare il capo con delle sciarpe (io ne ho decine e le trovo utilissime) e poi l'old style è sempre il migliore. Ti parla uno che è un fan del british style quindi sono un pò di parte in questo argomento...bravo e sempre complimenti per il tuo blog.

    Luca.

    RispondiElimina
  8. Grazie Luca, aspettavo un tuo commento in quanto tu eri stato uno di quei lettori a chiedere il mio parere sulle giacche. Anche a me piace molto il british style e la conferma è la foto da collegiale in calzettoni, la mia preferita, se solo non mi deridessero in giro ci andrei in università vestito così.

    Grazie ancora!

    RispondiElimina
  9. Belle foto! Mi piacciono molto le giacche che indossi: belli i tessuti, i dettagli (il colletto e le toppe sui gomiti), carini i guanti e la sciarpa viola è stupenda!!! Bel post

    PS Ma il portadocumenti della 17esima foto è di H&M? Bell'acquisto! ;)

    www.thebigiofactor.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. Grazie Bigio, in effetti i tessuti sono davvero straordinari. Hanno come minimo 25 anni e tutti coloro che se ne intendono mi hanno detto che la qualità di una giacca si capisce dal colletto (la parte che più si rovina), dai polsi e dalle spalle. Il portadocumenti è di H&M, un acquisto impulsivo durante la stesura della tesi! Dovevo risollevarmi l'umore!

    RispondiElimina
  11. l ultimo outfit è quello che preferiscop, tuttavia sono look già visti, luoghi comuni, niente di nuovo. Non trovi anche tu? Una cosa che apprezzo è che motivi le tue scelte in maniera prolissa... Daria

    RispondiElimina
  12. Voglio Anch'io La Tua Faccia Da Schiaffi! :)
    xx
    V.

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!