venerdì 23 novembre 2012

PROFETA DEL "CAZZOCENE"



Grazie a Facebook e Twitter siamo travolti da una serie di informazioni altrui di cui poco ci interessa e anche dal punto di vista della lettura disimpegnata non sono divertenti.
Sono un grande sostenitore dell’informazione libera, o meglio, della cacata libera, se vuoi scrivere e condividere un tuo pensiero è molto più carino che questa faccia sorridere piuttosto che inalare ansia o peggio indifferenza.
Così se leggo su Twitter “Non si può aspettare una coicidenza per venti minuti. E per di più con una che si scaccola sotto al tuo naso” sorrido.
Da una parte c’è l’informazione “sto aspettando una coincidenza” che potrebbe passare inosservata o far volare un “E CHISSENE FREGA!”, dall’altra una battuta che pianta un sorriso e guarda al lato più buffo di una situazione più che quotidiana.

Poi aprendo Facebook leggo “STASERA BRACIOLA DI MAIALE” così, senza punto, senza salsa, senza condimento, senza battuta finale, senza una spiegazione logica o una motivazione valida. E allora lì siamo costretti a dire “CAZZOCENE”.
Dobbiamo tenerti il conto delle calorie? Consigliarti una dieta più consona? Invitarti a cena? Non lo so, suggerisci qualcosa perché dalla tua informazione uno potrebbe pensare che sei in cerca di approccio sessuale e che quel “braciola di maiale” corrisponde ad una tua fantasia erotica oppure che sei così appagata nella vita che quella braciola è la ciliegina sulla torta.
Io sostengo il CAZZOCENE che di questi tempi dovrebbe diventare una sorta di religione, posso anche sacrificarmi per questa causa umanitaria ed essere incoronato come PROFETA DEL CAZZOCENE.


Consapevole che anche a me può essere destinato un gran numero di CAZZOCENE.
Poi ci sono quelli che hanno voglia di postare ogni loro spostamento, ogni loro respiro, ogni loro “time” e che non commentano ciò che stanno facendo ma lo scrivono e basta, senza fronzoli, senza chiarimenti ulteriori. Ad esempio (La d eufonica qui va bene o è un errore che faccio da 25 anni? Colgo l’occasione per chiedere aiuto a riguardo) “Pranzo time”, “Nanna time”, “cibo gatto time” ecc.
Qui il mio CAZZOCENE urla vigoroso e stipula un dictatum con tutti gli altri Time che fanno parte della mia giornata. Ecco la lista.

CACCOLE DEL SONNO TIME.
“CIAO MAMMA” TIME.
“PENELOPE SMETTILA DI ANNUSARMI I PUNTI BASSI” TIME.
SPECIFICO CHE PENELOPE E’ UN CANE TIME.
(Se sono fortunato) CACCA TIME.
(Se sono sfortunato) STITICHEZZA TIME.
NON TROVO I CALZINI APPAIATI TIME.
QUAL’E’ IL COLORE DEL MIO SPAZZOLINO TIME.
“MAMMAAAA DI CHE COLORE E’ IL TUO SPAZZOLINO?” TIME.
GRATTATINA AI GIOIELLI DELLA SACRA CORONA INGLESE TIME.
CHE DUE MARONI LA PISCINA TIME.
“MA PROPRIO IL NUOTO DEVI FARE COME SPORT?” TIME.
AVRO’ I REUMATISMI A 30 ANNI TIME.
SARO’ ANCHE PELATO TIME.
PERO’ AVRO’ IL CULO SODO TIME.
PEDILUVIO TIME.
PELLICINE DELLE UNGHIE TIME.
NON HO UNGHIE INCARNITE TIME.
OSSERVAZIONE MICROSCOPICA DEI PUNTI NERI TIME.
UNISCO CON UNA LINEA I PUNTI NERI TIME.
TROVO UNA MAPPA TIME.
SCOPRO UN TESORO PIRATA TIME.
SE VABBEH FATTI RICOVERARE TIME.
VOGLIO UN BIG MAC DOPPIO TIME.
FINGO DI AVERE GLI ADDOMINALI DAVANTI ALLO SPECCHIO TIME.
MAI DI PROFILO TIME.
MI SENTO CHRISTINA AGUILERA TIME.
CANTO TIME.
IL MIO MICROFONO E’ LO STICK DEL DEODORANTE TIME.
SHATUSH TIME.
SHATUSH O RICRESCITA? TIME.
E INFINE TIME.
CAZZOCENE TIME.

E’vero che la condivisione è bella ma alcuni confondono la condivisione con la monotonia che una giornata implica, quasi come se gli altri dovessero imparare che ceniamo alle 19.30 spaccate e che entro l’una dopo una breve sessione di autoerotismo sprofondiamo nei meandri della notte previa “NANNA TIME”.
Sù un po’ di humour, un po’ brio, un po’ di spritz, che dietro a una banale braciola di maiale, dopo il CAZZOCENE ovviamente, c’è un mondo di cacate da scrivere che io voglio leggere.

27 commenti:

  1. SEI INCREDIBILE TIME.
    MA PERCHE' NON SEI ETERO TIME.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UFFA TIME.
      GRAZIE BIBI TIME,
      un abbraccio time.

      Elimina
  2. A me piacciono soprattutto gli insulti ai famigliari e colleghi.
    Poi ci sono gli status tipo "da domani non cago più nessuno" e lì commenterei con "ALLELUJA!". Aggiungendo CAZZOCENE comunque!

    Commento in anonimo: a) per creare suspance; b) perché è una caduta di stile che non intendo permettermi.
    Ma devo dirlo: da quando parli di stitichezza mi sono accorta che devo farla rinetrare nella mia lista di TIME quotidiani! Mi hai passato la malattia! Non ridere.

    RispondiElimina
  3. Utente a caso si è taggato in "Il mio lettino".
    Grazie per averci informato che anche stasera nessuno ti ha sfrattato e non dormi sotto un ponte.
    Cazzocene.

    RispondiElimina
  4. "IL MIO LETTINO"
    che cucciolo caro e non abbandonato!

    Gli insulti ai colleghi sono il massimo e perché i "ORA TI MANDO A CAGARE" senza riferimenti a niente e nessuno, o dici tutto o non dici nulla, no?

    Grazie ragazze, siete sempre carine!

    RispondiElimina
  5. non ho amici che aggiungono time a random, ma ti adoro comunque :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è un'enorme fortuna, pensa a quante BISTECCA TIME puoi rinunciare senza farti venire l'ansia perché tu sei a dieta!
      Grazie caro

      Elimina
  6. OHHHHHH meno male qualcuno l'ha detto!
    Grazie. È una cosa che sostengo dall'inizio.

    Io il tasto Cazzocene lo metterei lì, proprio lì, accanto a quello del Mi piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, una proposta da richiedere in sede parlamentare,
      facciamolo!

      Elimina
  7. "Io sostengo il CAZZOCENE che di questi tempi dovrebbe diventare una sorta di religione" AMEN!!!!!
    Certa gente deve avere una vita talmente noiosa che catalogare ogni minima cagata che fa/dice/pensa è l'apice del divertimento. Possiamo istituire una giornata del cazzocene e sentirci tutti liberi di commentarlo sotto ogni stato-time?! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SIIIIIIIIIIIII, facciamolo.
      Io vorrei farlo ora dopo che ho letto su fb "ANDIAMO DALL'ESTETISTA".
      Ma dico, una battuta a riguardo no?
      Noiosissime informazioni inutili,
      cazzocene per l'appunto.

      L.

      Elimina
  8. Oddio io ho tre follower che scrivono tweet quando fanno la cacca, uno la fa più volte al giorno, mette anche la foto. Non so, ma io mi imbarazzo per loro, ritengo la questione "regolarità" intima.
    Se ti interessa, ieri ho fatto il viaggio di ritorno, in treno, vicino ad un passeggero che parlava della sua regolarità, io ero imbarazzatissimo. Ho scritto anche un tweet a riguardo!
    Buona serata Lorenzo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ogni tanto scrivo di cacca ma la foto del bagno, non sono ancora pronto per questo tipo di condivisione!
      La regolarità è intima, ma "pranzo time" è emozionante da leggere.

      ciao amletino

      L.

      Elimina
    2. Beh la foto delle tue gambe potrebbero essere interessanti, ma potremmo mettere le foto dei bagni, dei sanitari e delle piastrelle, con lo scopo di fare una classifica, il bagno più bello, ordinato e pulito. Sarebbe bello! Ok, sto degenerando!
      Ciao ;)

      Elimina
    3. amleto, le foto delle sue gambe e di tutta la sua persona, si trovano su twitter! Belle gambe, tra l'altro!
      Ma chi te se fila‏ @LorenzoBises

      Elimina
  9. La d eufonica va bene solo se le due vocali sono uguali: cioè, si per Ad Anna, no per Ad Emma, che deve restare a Emma.

    RispondiElimina
  10. STO MORENDO DAL RIDERE TIME ahahah
    Grande Lore, quoto incondizionatamente tutto il post eheh
    I peggiori comunque sono quelli che puntano a farsi invidiare ( vedi : COCCOLE A LETTO COL MIO AMORE TIME -.- )
    Beppe (@loziobeppe)

    RispondiElimina
  11. #Pezzenticonilpapillon time
    eh bhè sì, ci devo mettere anche l'hashtag se no non vale! ahahahah
    Io lo devo dire...odio tutti questi status inutili alla società. Ritengo che questo tipo di tweet,instacavolo ecc, serva solo a far credere di vivere vite emozionanti quando in realtà si tratta di omologata classe borghese.
    La cosa più buffa è quando la gente che vuole fare la "phigha" inizia a postare le etichette di abiti, buste, regali...lì si nota la vera poratcheria perché vuol dire che quello è un evento talmente speciale e fuori dall'ordinario che deve essere immortalato. Ma un redattore di moda, blogger o qualsiasi altro morto di fame che bazzica nel settore non dovrebbe navigare normalmente tra loghi e marchi? A quanto pare no e allora bisogna celebrare anche il solo passaggio davanti ad una vetrina oppure la busta di un'altra persona per far finta di aver comprato e divertirsi a scrivere come status: "Chissà cosa c'è qua dentro!" ...Che tristesse!!!!
    A questo punto meglio la #stitichezza time o #diarreacronica time!
    Sei un mito! ;)
    Alessandro - http://www.thefashioncommentator.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Ed ecco spiegato il vero significato del cazzocene (che no, a questo punto è acclarato non trattarsi di era geologica).
    E se tu ne sei sarai il profeta, io sarò tuo adepto, e dai commenti che leggo dovrei essere in ottima compagnia! E se i destinatari avranno di che stizzirsi, beh, ci sarà un motivo in più per ribadire loro... cazzocene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il Barone, quello vero, fa parte dei miei adepti allora sì che siamo super in buona compagnia, ricordati il papillon e delle belle scarpe, nessuno a piedi nudi please!

      Grazie per il commento, sei sempre simpaticissimo!

      L.

      Elimina
  13. Purtroppo, tra i miei amici su FB, c'è chi scrive CACCA TIME.. :(

    RispondiElimina
  14. prima smetto di ridere, poi mi complimento. Molto originale e attualissimo!

    RispondiElimina
  15. poi c'è il "mail della prof della tesi time" a cui segue il "attacco di panico time"

    RispondiElimina
  16. Sto leggendo pezzenti con il papillon time:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, fammi sapere cosa ne pensi dopo!
      Grazie! :)

      Elimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!