domenica 17 gennaio 2010

Un portone a doppie ante?

Ho appena salutato mia madre, aveva le lacrime agli occhi e nel chiudere la porta mi ha mandato un bacio. E' stato un colpo al cuore, però mi ha detto che era felice della mia scelta, nonostante le dispiacesse vedermi andare via. Si chiude una porta e si apre un portone? Io lo spero, parto, il destino mi insegnerà qualcosa di nuovo. Ieri sera per concludere questi giorni ho portato le mie donzelle in una pizzeria milanese, la mia preferita, in cui un semplice luogo di lavoro diventa un posto raffinato: la Fabbrica. Per l'occasione ho sfoggiato un fiore, piccolo e sobrio, talmente piccolo che il famoso vestito di Carrie Bradshaw è niente in confronto. L'unico problema è il pistillo, sbucava come un terzo capezzolo. Ci siamo riusciti a mangiare, mi sono anche preso gli insulti di un altro ristoratore che aveva smobilitato tutta una sala per noi. Mi scuso ufficialmente con lo chef Tonino, se solo non avessi avuto paura di essere picchiato con il suo mattarello lo avrei aiutato a rimettere in ordine l'aiuola fiorita che separava due tavoli. Non potevo partire senza un' ultima sfortuna, la mia macchina è deceduta durante l'attesa di Ely B. Batteria Scarica, niente cavi, niente meccanici, è dovuto venire Antonio da Torino per far resuscitare la mia limousine più corta. Un santo, suona bene anche Sant Antonio da Torino.
Toccante il momento in cui Ely b mi ha regalato avvolto in una elegante cartina di Cormano, un piccolo raffinato portapasticche di ceramica francese, la mia collezione Limoges si è arricchita notevolmente.
Sono pronto per partire, per lasciare la mia splendida e anticonformista famiglia, le mie amiche shopping- dipendenti e la mia casa. Non sono pronto invece a trascinare quintali di valigie e cappelliere per tre piani di scale senza ascensore e senza portiere. Au revoir. Merci.

1 commento:

  1. Buon Viaggio...!
    E anche se non ti si aprirà un portone...Ti auguro che almeno sia un bel cancello su un parco fiorito...XD
    Au revoir....! Him

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!