lunedì 28 febbraio 2011

Ritiro montanaro

Ecco la giustificazione fotografica ai miei due chili in più
Vi ho risparmiato la foto del mio beauty fucsia, regalo molto chic.


Continua la mia collaborazione con http://www.pensorosa.it/, ancora non mi hanno licenziato!


La montagna fa bene, l’aria pulita, lontano dallo smog cittadino, dall’esercito di modelle e di fashion stylist che hanno invaso Milano, niente internet, pace e tranquillità. Ovviamente posso sopravvivere qui un paio di giorni, poi ho bisogno di sentire qualche rumore che non sia
 il campanaccio della chiesa qui a fianco, alle sette del mattino fa una scampanellata che sveglia tutti, stamani sembrava fosse nato il delfino di Francia.

Ho accettato di passare il fine settimana qui nell’alta bergamasca per fare compagnia ai miei genitori che qui si ritirano sempre, mia sorella da grande sciatrice è partita all’alba per una gara mentre io mi sono abbandonato tra le braccia di Morfeo. E russavo come uno zampognaro.
Ho salutato la provincia milanese in un soleggiato sabato pomeriggio, un cd da teenager innamorato suonava a tutto volume, questo succede quando viaggi con una sorella alle prese con le prime cotte e i primi brufoli. Nel bagagliaio una valigia rigida vintage, simile a quelle di Louis Vuitton, un  peso specifico non indifferente ma uno stile impeccabile. Come quando Carrie arriva in montagna dal suo fidanzato ma non rinuncia alle Manolo e al suo set da viaggio. Per me è lo stesso, non ho trovato sotto casa un facchino in livrea che mi aiutasse ma perché non utilizzare una valigia che mia madre ha scovato in un mercatino? Un lord inglese tra le Alpi Orobiche.

Che cosa fare in montagna? Quali sono gli hobby e i passatempi? Leggere è sicuramente la prima cosa, il giornale con ultime chicche delle intercettazioni, le riviste per le ultime novità sulla settimana della moda e libri come se bastassero mai. Davanti al caminetto far scorrere le pagine senza essere disturbati da Facebook o da e-mail diventa un idillio, una necessità a cui non posso rinunciare. Forse ho esagerato e ne ho buttati in valigia fin troppi ma la lettura non fa mai male.
Altro passatempo ineluttabile è il cibo. Mangiare, mangiare e mangiare. Qui la dispensa è una succursale in miniatura della Lidl, prodotti di ogni genere e tipo, tutte quelle deliziose sfiziosità che a casa sono viste come il demonio qui ti vengono offerte davvero su un piatto d’argento.

Tanto la dieta si comincia sempre il lunedì, nei giorni pari e il giorno dopo di una notte stellata con un’eclissi solare di venti gradi est. Ovvero: mai. Rosanna Lambertucci può scrivere tutti i libri che vuole sulle diete ma che la cominciasse lei, io non ne ho la minima intenzione.
Ho passato tutto il pomeriggio sul divano davanti al fuoco a leggere, poi la campana ( giuro che quando suona fa tremare i pavimenti) ci ha avvertito che era scattata l’ora dell’aperitivo. Mia madre si prepara, abbronzata e di ottimo umore, mio padre afflitto da narcolessia viene svegliato. Mi portano al bar del paese con una coppia di loro amici, aperitivo alcolico, ripeto, aperitivo alcolico. Mi sono ingozzato di noccioline mentre si parlava di figlie adolescenti, piercing, tatuaggi e cercavo di non sentirmi preso in considerazione. Dopo l’aperitivo c’è la cena, una pizzeria locale dove la pizza napoletana viene rivisitata in chiave bergamasca: taleggio, formaggio Branzi, speck. C’è un comportamento tipico dei montanari, guardare con curiosità lo “straniero”, il “forestiero”, anche se di forestiero io non ho assolutamente nulla. Mia madre qui è la regina del paese, saluta sorridente, bacia e abbraccia le sue amiche, spettegola e brinda con il vino. Aspetto il giorno in cui sotto casa faranno il cambio della guardia in suo onore.

Finita la cena decido di ritirarmi nei miei appartamenti, ansioso di divorare le pagine del libro che mi aspettava, mio padre mi porge le chiavi e mi dice “Noi andiamo al bar che ci aspettano i nostri amici”. Li guardo entrambi, basito, e sospiro “Beh, non fate tardi!”
Un figlio di ventitre anni, in una valle immersa nel nulla dice ai suoi genitori di non fare tardi. Poi si parla dello scontro generazionale, qui in montagna il mondo gira letteralmente al rovescio.

Al prossimo suono della campana prendo la mia valigia e davanti alla porta cerco di far capire alla famiglia che io e i miei due chili in più abbiamo voglia di tornare allo smog milanese.

Minimale direi.

Quando si dice l'ordine.

31 commenti:

  1. La prossima volta mi porti con te??? Ti giuro che non russo! ;)

    RispondiElimina
  2. hahahahahaha...bellissimo questo post!




    xoxo from rome
    K.
    http://kcomekarolina.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. ciao

    sei rientrato perchè hai avuto una crisi d'astinenza da fashion bloggers alla MFW?

    ma giura di essere sincero!

    ave

    RispondiElimina
  4. Che carine quelle cappelliere! hihihihi
    Ma a quanto pare il week end è durato ancora meno di un batter d'occhio! Bhe via ti sei riposato giusto giusto una giornata! Bentornato allo smog!

    RispondiElimina
  5. Bello però deve essere stato, anche a me piacerebbe andare via un paio di giorni!

    RispondiElimina
  6. ahahahaha capisco molto bene il problema campane...
    Io le sento rimbombare ogni mezz'ora e la domenica impazziscono con uno scampanio incessante per annunciare la messa mattutina! ogni volta mi auguro il crollo del campanile, possibilmente non su casa mia...

    Sto sbavando per le tue cappelliere, troppo belle! le voglio anch'io!

    RispondiElimina
  7. Non capisco l'ossimoro, "Pezzenti con il papillon".
    Pezzenti?

    RispondiElimina
  8. Ciao Lollo,
    un post rilassante che invoglia a lettura riflessione e relax. A volte si ha proprio bisogno di disintossicarsi. Ho anch'io una casa in montagna, ma quando vado su ci vado con mio marito e gli amici, se no alla fine diventiamo dei vecchietti davanti alla tv.
    Buona serata baci Alex

    RispondiElimina
  9. Ragazzi, la montagna è rilassante ma solo per un giorno. Le cappelliere sono le stesse che avevo messo per le foto dei cappelli, ve lo ricordate? In realtà a Milano ci ho fatto giusto una capatina e non per l'ennesima settimana della moda, mi aspetta però la settimana dello studio, molto più glamour.

    Anonimo, pezzente è il mio cavallo da battaglia, leggendomi e seguendomi imparerai cosa vuol dire questo strano aggettivo. Nel mio caso ti assicuro che non è affatto un ossimoro.

    RispondiElimina
  10. bellissima la valigia!! il tuo gusto è buono...ottimo secondo il mio! =)
    non ero ancora tua fan... ho recuperato subito, anche se eri tra i miei pref, mi piace come scrivi, mi piace la tua fotina piccina ma che mette gioia con quel sorriso..
    baciuzzi caro!

    RispondiElimina
  11. Lollo, premettendo che le valigie sono bellissime e davvero bon ton ♥ credo che qualche giornatina in montagna sia davvero un tocca sana per chiunque!!!! xoxo
    LiDì

    ps.grazie mille per il commentino! ^^
    http://fashiondeliz.blogspot.com

    RispondiElimina
  12. ciao bel riassunto della giornata, un tranquillo week.end di aria pura, almeno ti sei rilassato un po', bella la valigia e le cappelliere, complimenti,ciao grazie a presto.9

    RispondiElimina
  13. Potevi consolarti con la cioccolata Milka però. Insieme al libro ci sta bene.

    RispondiElimina
  14. sto leggendo i tuoi post...meravigliosi!
    ti scrivo qui perchè almeno ti evito il saltellamento tra blog! :)
    ho visto il tuo cerchietto, delizioso!
    i 3/4 di quelli che possiedo li ho fatti con le mie manine!

    ps. che belli i tempi da studente fuori sede! :D

    RispondiElimina
  15. voglio starci anch'io in quella fashionissssssima valigia!
    avrei proprio bisogno di qualche giorno lontana dal mondo.. io, i miei libri, e TANTO cioccolato! :)
    sei già tornato?
    un abbraccio, V.

    RispondiElimina
  16. Lollo stiloso anche quando viaggia.. ;)
    ho visto che hai portato la cioccolata gran toccasana per i momenti tirsit come quelli in cui dovremmo studiare -.-
    hai fatto bene a regalarti questo week and

    un bacio Giusy
    The Glamour Avenue

    p.s sono dovuta ri-diventare tua follower non so perchè blogger mi aveva cancellata mah... ù.ù

    RispondiElimina
  17. lollo approvo! comoda e pratica, quello che ci vuole.. :):)
    DAVVERO l'hai creato tu!? lo vogliooooo sei un grande! mi servirebbe proprio per stasera, mannaggia.. :):):):)

    RispondiElimina
  18. ..aggiunto! aspetto che mi si schiudano le porte di questo nuovo mondo! :D

    RispondiElimina
  19. forte il tuo post!
    anch'io adoro la montagna... cosa hai letto di bello?

    winterbag.blogspot

    ti seguo!

    RispondiElimina
  20. La cioccolata è un must, bisogna sempre portarlo con sè.

    Laura, sono stato pochissimo ma ho finito un libro e ne ho iniziato subito un altro. Se sei curiosa nella pagina del blog vicino al mio profilo c'è la sezione aggiornatissima dei libri che ho letto dall'inizio dell'anno. Magari ti posso offrire qualche spunto.

    Grazie a tutti ragazzi!!!

    RispondiElimina
  21. Ciao, grazie per esser passato da me e aver deciso di seguirmi!!
    Il tuo blog è sfiziosissimo, a prima vista mi ha già rapita quindi ti seguo perchè non voglio perdermi niente!
    A presto geniale Lollo!

    http://audreyinwonderland-audrey.blogspot.com/

    RispondiElimina
  22. Lollooooooooo ♥ ♥
    c'è una sorpresa per te sul mio blog! ^^
    XOXO, LiDì

    http://fashiondeliz.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. che blog adorabile, complimenti!

    RispondiElimina
  24. molto bello il tuo blog! anche io adorto la montagna :D

    RispondiElimina
  25. ahahahahahaah.....ahahahaha sei sempre mitico...ebbene ti capisco perchè mi capita al sabato sera di rimanere in casa a volte e di dover raccomandare ai miei di fare i bravi perchè invece loro escono con gli amici...sarà vita questa??:)

    RispondiElimina
  26. Che bello, campane a parte.
    Che libri hai letto? Sono curiosa :P

    RispondiElimina
  27. Mi sono innamorata del tuo blog per l'header e il titolo del blog che ho trovato simpaticissimo oltre che originale. In più vedo ora questa valigia vintage e cappelliere annesse e non posso che confermare!

    PS Rivisitazione della pizza in bergamasco non si può sentire da buona napoletana ahah. ;D

    RispondiElimina
  28. Una pizza "taleggio, formaggio Branzi, speck"!! Mi hai fatto venire una fame!! Dammi subito l'indirizzo di questa pizzeria locale che voglio assaggiare a tutti i costi questa pizza! Dimenticavo, per favore! eh eh eh

    RispondiElimina
  29. "Tanto la dieta si comincia sempre il lunedì, nei giorni pari e il giorno dopo di una notte stellata con un’eclissi solare di venti gradi est."

    aahahah esattamente! è quello che dico sempre il alla mia ragazza che cerca in tutti i modi di farmi stare a dieta, così la facciamo in due e lei soffrirebbe di meno. Tze!

    Bellissimo post!

    RispondiElimina
  30. Mi sono innamorata della prima fotografia :D
    comunque passa da me se ti va ;) - Reb, xoxo.
    http://www.toprebel.com/

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!