martedì 3 novembre 2009

Due cuori, una capanna, una chiave.

Dietro una porta c'è un portone, ma quando la tua dolce metà si porta a lavoro la chiave della porta, del portone e del cancello che fai? Questo è il dilemma che mi dilagnerà per tutta la giornata, la seconda giornata qui a Strasbourg, France. Nell'andare a lavoro mentre io vagavo per casa come uno zombie facendo finta che non mi sarei rimesso a letto dopo aver sentito la porta chiudersi, la mia dolce metà mi ha urlato "Ti lascio il doppione delle chiavi". Ogni ominide dal cervello non demolito avrebbe chiesto "Dove le hai lasciate?". Io evidentemente non ho chiesto, non ho guardato e di conseguenza ero pronto per uscire, tutto vestito super fashion, messo il fiocchetto a Patricia felice di uscire a fare una passeggiata e tac; le chiavi non si trovano. Le opzioni sono due: o inconsapelvolmente le ha messe nella borsa che ha dentro qualsiasi cosa esistente al mondo, compresi fossili di dinosauri, oppure sono dentro casa. Se fosse cosi' sembrerebbe facile, in realtà cercare qualcosa nel disordine di una persona che tiene i dvd insieme ai calzini diventa ancora più inquietante.
Penso che sia stata una mossa premeditata per farmi fare la casalinga disperata, ripongo il Borsalino e recupererò la mia passeggiata aristocratica con Lady Patricia oggi pomeriggio. Mai sottovalutare un ragazzo con il cappello.

1 commento:

  1. santa cleo lord che spasso che sei :)))))))))))) una giornata un pò storta riesce a prendere una piega sopportabile con i tuoi scritti.....:))) smackkkkkk sally37 (CC)

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!