sabato 3 dicembre 2011

SIAMO FIDANZATI? IL DECALOGO.


L'immagine non c'entra una ceppa ma mi piaceva.

Arriva un momento della vita in cui non si digeriscono i latticini e i carboidrati finiscono ad appesantire cosce, fondoschiena e soprattutto la panza. Subito.
Nello stesso modo arriva un momento in cui una frequentazione subisce un cambiamento, si passa dal “usciamo insieme” al “siamo fidanzati”.
Essendo una trasformazione quasi impercettibile si può ricorrere ad uno stratagemma alternativo che non sia “Ci mettiamo insieme? Metti la x sul sì o sul no” come si faceva alle elementari.
Per capire l’altra persona, l’altra metà della mela, della zucca, l’altro calzino spaiato, l’altro guanto disagiato, l’altro emisfero del cervello che spesso ci dimentichiamo di avere, necessitiamo di alcune regole basi che qui elenco con estrema accuratezza.


Siete fidanzati se:

- Il nome di battesimo del vostro partner lo usate per intero solo quando litigate e state per tirarvi le statuette di finta ceramica giapponese. I nomignoli, i soprannomi come “cucciolotto”, “bestiolina” o “bubo-buba” invece si usano nei momenti di dolcezza, lontani dagli occhi di una società che ci vuole tutti cinici e poco inclini al romanticismo.
Quando si litiga il nostro “Gigino” diventa “L-U-I-G-I dove diavolo sei finito?”.
La nostra “Principessina” si trasforma in M-A-R-I-A-E-L-E-O-N-O-R-A urlato al quartiere.

- I vostri discorsi non hanno limiti di luogo, di tempo e di spazio. Quello che dite una comune domenica può essere rinfacciato sei martedì dopo accompagnato dai soliti “Ricordati che” oppure “Come quella volta che hai detto”.

- Il vostro partner conosce tutto di voi. Dalla musica alla cucina preferita, dal libro che avete sul comodino all’ultimo paio di scarpe comprate. Vi controlla i soldi in tasca, viene utilizzato come radio sveglia a comando o promemoria.
“Mi chiami alle dieci così mi svegli?” oppure “Mi ricordi che devo scrivere quell’email?”.
I partner poi possono anche diventare: autisti, correttori di bozze, impiegati delle poste, operatori turistici, creditori e all’occorrente parrucchieri e infermieri.
“Sto malissimo, davvero, non sono mai stato così male.”
“E che hai?”
“Il raffreddore.”

- Se non ha deciso di troncare il rapporto con voi dopo avervi visto ballare “Single Ladies” in mutande, correre in bagno per un attacco di dissenteria acuta o cantare in un karaoke deserto “Baby One More time” con indosso un cappello da texano zebrato.
Se poi esce con voi nonostante le sembianze da clochard trasandato, i capelli unti, le vostre crisi isteriche contro l’operatore della Vodafone e l’ unghia del piede incarnita allora è amore vero.
Queste sono solo alcune delle tante situazioni in cui qualcun altro sarebbe scappato a gambe lavate senza nemmeno scomodarsi lasciando un messaggio in segreteria.

- Vi bacia al mattino dopo una notte insieme. L’unico motivo per cui si sopporta l’alito pesante di un’altra persona appena svegli è perché l’amore non ha olfatto.
Non vale puntare la sveglia cinque minuti prima per rinfrescarsi e lavarsi i denti.
Sareste delle persone disoneste.

- Parlate di cacca. E’ uno di quegli argomenti per cui si necessita un’abbondante dose di confidenza. Quando qualcuno conosce il tuo bioritmo, la tua attività intestinale e se ne preoccupa allora è il caso che rivediate il suo ruolo nella vostra vita.
Sposandovi.
“Da quanti giorni non fai la cacca?”
“Tre, è il cambio di clima. E di bagno.”
Oppure quando durante una convivenza la flora intestinale si risveglia dall’oltretomba regolandosi  alla sua.
“Dove vai?”
“A fare la cacca.”
“Muoviti che devo farla pure io.”
In questo caso se ci fossero due water vicini si potrebbe pensare ad un connubio amoroso.
Magari scambiandosi riviste e giornali.

- Vi guarda con aria innamorata, magari davanti ad un mare calmo e silenzioso, rapiti da una brezza frizzante, con un pallido sole. Vi accarezza delicatamente.
E due minuti dopo comincia a schiacciarvi tutti i punti neri che avete collezionato negli ultimi mesi sul naso o sulla fronte.
That’amore.

- Affrontate insieme le paure. Per esempio quella di essere aggrediti da una nutria, quella di viaggiare in uno scompartimento del treno dove i passeggeri mangiano solo mandarini oppure la più inquietante. La paura di rimanere calvi prima di compiere i trent’anni.

- Conoscete nomi, cose e città di lui/lei e della sua ingestibile famiglia.
“Sai mia zia Umberta?”
“Sì, certo, la pazza di Treviso.”
“Esatto, lei.”

- Avete tentato di cucinare qualcosa per una cenetta romantica causando un’intossicazione alimentare ma nonostante questo la relazione continua.
Si interrompe per qualche giorno, giusto il tempo di eliminare le scorie radioattive ingoiate ma dopo la ripresa fisica e psicologica tutto torna come prima.
“Buongiorno, stai meglio oggi?”
“Mi hai avvelenato bastardo.”
Seguono coccole.
E l’iscrizione forzata alle lezioni di cucina.

C’è chi lava i piatti e chi passa l’aspirapolvere.
Chi rimbocca le coperte e chi quando dorme gioca a guardie e ladri.
Chi manda sms melensi e chi risponde a monosillabi.
Chi ha sempre la febbre e chi non prende nemmeno una medicina.
Chi vuole la Stella Michelin e chi le patatine fritte.

Ogni coppia ha la sue regole, il suo quieto vivere e il suo benessere.
L’importante è volersi bene con spontaneità.
E non fare un unico profilo di Facebook.

46 commenti:

  1. mi hai fatto rotolare dalle risate XD

    RispondiElimina
  2. Ora me lo copio questo decalogo, mi sarà utile per riconoscere il vero amore xD
    Lollo, mi fai morire!

    Un bacione,
    Antonella

    RispondiElimina
  3. L'ultima regola è la più importante di tutte: "Non fare un unico profilo di Facebook."
    ahahahhahahahahahah
    Cmq splendido video, un mio amico pensava fosse davvero il nuovo spot! ahahahhahahahahahahahahhahahahaahahahahahah Il futuro da Beyoncè Tarragonese(?) è assicurato!!! ahahahahhaha
    Un bacione! <3

    Alessandro

    RispondiElimina
  4. Da ritagliare e attaccare al frigorifero.

    Ale, avevi qualche dubbio sul mio talento da Beyoncè? Tsè.

    RispondiElimina
  5. Tu che commenti il mio blog.
    O-N-O-R-E.

    RispondiElimina
  6. Ti prego, non dirmi così che mi fai sentire in colpa perché sono così pigra da non commentare. Ti preeeeego.

    RispondiElimina
  7. Ma no, dico davvero. Tu che commenti il mio blog (chissene frega dal quanto e dal come) è un onore visto che il tuo è uno di quelli che seguo con più passion-for-fashion.

    RispondiElimina
  8. Oh mamma... allora sono fidanzata! Yeaaaa
    Certo che, dopo quattro anni, che "usciamo insieme" potevo pure immaginarmelo... Mmmm Vabbé...
    Robi

    RispondiElimina
  9. io penso che sponsorizzerò questo decalogo a tutti i miei amici, dico sul serio!!è fantastico lollo!!!è la copia sputata del rapporto tipo tra due fidanzati...ma soprattutto condividere la paura per le nutrie eh già!!!ahahahah
    Patchwork à Porter

    RispondiElimina
  10. che bello questo post!!!!!

    RispondiElimina
  11. questo è un vero e proprio VANGELO della relazione di coppia, l'ultima frase poi, dovrebbe diventare una corrente religiosa per molte persone, si eviterebbero così tanti "michi e vale" "terry e perry" "cicci e ciccio" che fanno proprio orrrrorrrre.
    M.

    RispondiElimina
  12. profilo unico di FB Tristissimooo!.
    chissà cosa (CHI) ti ha ispirato questo post seppur divertente soprattutto mooolto romantico.... ^__^

    RispondiElimina
  13. la cacca deve essere una di quelle pietre miliari senza la quale no, non è vero amore..
    mi hai fatto sorridere lollo caro, eh si, mi sa che sono fidanzata anche io..e da un po'...
    un bacio!

    RispondiElimina
  14. E' la realtà che vivo e vedo tutti i giorni che mi ha ispirato.
    Se siete fidanzati e ve ne siete accorti grazie a questo post è preoccupante o io sono un genio.
    Prossimo terapeuta di coppia.

    Lollo

    RispondiElimina
  15. Il proflilo unico degli innamorati su fb è il nuovo male della nostra società.

    RispondiElimina
  16. voglio mandarti dei cioccolatini perché hai saputo descrivere in modo esaustivo una situazione più che pezzente in cui mi trovo :)

    RispondiElimina
  17. bellissimo post :) divertente e vero! Il profilo su FB insieme è una cosa che odio di alcune coppiette...mi chiedo che senso abbia! =?

    RispondiElimina
  18. Fantastico post Lollo!
    E te lo dice una fidanzata da quasi nove anni che a QuelSantUomo non ha nemmeno detto la propria password di Facebook! =)

    Abbi una splendida serata, caVo!

    RispondiElimina
  19. ahahahah bellissimo.
    l'ultima regola credo che arrivati ai giorni nostri possa essere "LA REGOLA" perchè quando fai un profilo unico è LA TRISTEZZA assoluta.
    altro che beyonce..quella ormai è una vacca ahahahah!

    roby

    RispondiElimina
  20. Bell'articolo divertente!! Ne scriveresti altri simili sulle fasi delle relazioni? Magari il prima e il dopo.. potrei imparare finalmente qualcosa!!

    C:

    RispondiElimina
  21. Certo che posso.
    Qualcosa ho già scritto e qualcosa sicuramente scriverò. Non che io possieda la verità su tutto, anzi.
    Abbiamo molto da imparare tutti quanti, io per primo.
    Grazie a tutti per aver reso questo post un gran successo.

    RispondiElimina
  22. ahahahah stupendo! Il decalogo perfetto per capire se è, o no, vero amore!!! :) bravò!

    RispondiElimina
  23. uh mamma.. ci sono dentro in pieno. ;)
    bacio
    V.

    RispondiElimina
  24. cioè... ammettilo che mi sei venuto a mettere una microspia in casa e mi hai spiato per 3 anni per poter scrivere questo post!
    mi ha quasi spaventato leggerlo :P
    ah, ovviamente l'ho fatto leggere anche al mio "lui"... si è rotolato per terra dalle risate dicendomi " ma siamo davvero così scontati" ? XD
    ti stimo ogni post di più :)

    RispondiElimina
  25. sto ancora ridendo ma il fatto è che e' tutto vero!!! post bellissimo....
    http://federicassecret.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. lo so, lo so, ti scrivo sempre commenti carini e di apprezzamento.

    ma è la verità!!

    alla "radiosveglia" mi è partito un attacco di ridarola acuta.

    bravo bravo bravo
    Ila


    http://nonsidicepiacere.blogspot.com

    RispondiElimina
  27. ...non parliamo ancora di cacca ma ci sposiamo... ho qualquadra che non cosa?!

    RispondiElimina
  28. oddio, che risate! tutto verissimo!

    RispondiElimina
  29. Meraviglioso, come sempre, ahahah

    www.neifilef.blogspot.com

    RispondiElimina
  30. M'hai fatto davvero morire dal ridere! Molte delle cose che dici accadono proprio in questo modo anche a me , considera che sono anche diventata (davvero) intollerante al lattosio!

    Brillante,come sempre! Era da un pò che non passavo,devo dare un'occhiata anche ai vecchi posts...alla prossima!

    RispondiElimina
  31. M'hai fatto davvero morire dal ridere! Molte delle cose che dici accadono proprio in questo modo anche a me , considera che sono anche diventata (davvero) intollerante al lattosio!

    Brillante,come sempre! Era da un pò che non passavo,devo dare un'occhiata anche ai vecchi posts...alla prossima!

    RispondiElimina
  32. RAGAZZI.
    Che dire? sono tornato da tre giorni a Santiago e leggo i vostri commenti.
    Non so come ringraziarvi, siete sempre stimolanti (intellettualmente) e grazie a voi ho sempre voglia di fare del mio meglio per qusto piccolo blog.

    Vi abbraccio calorosamente.
    Sono anche pezzato.

    RispondiElimina
  33. L'ultima frase me
    La
    Tatuo! Mi manca la condivisione di questi momenti con qualcuno!

    RispondiElimina
  34. ho appena scoperto questo blog per caso e già lo adoro. secondo me dovremmo fidanzarci. sai faccio la cacca tutte le mattine puntualissima alle 8....

    buon weekend!
    (ahahhaa)

    RispondiElimina
  35. Su l'ultima cosa e cioè "non farsi un unico profilo facebook" ti stimo troppo perché è una cosa assurda ed inutile a mio avviso!
    In secondo luogo: è molto carino il tuo blog :) Anch'io ho un blog che parla di moda, teatro, musica...ti va di seguirci a vicenda? :)

    http://lapintablog.blogspot.com/

    RispondiElimina
  36. Hey, io sono un operatrice Vodafone! Ahahahah ;D

    Momo

    RispondiElimina
  37. Questo è uno di quei post che avrei voluto scrivere io. meraviglioso!!

    Laura

    RispondiElimina
  38. stracomplimenti! aspetto il siamo sposati, il decalogo. anche se ti assicuro che molte cose si possono mutuare. a proposito, vado a correggere la bozza della tesi del Capitano. -.-

    RispondiElimina
  39. STU-PEN-DO! MitchDC

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!