lunedì 28 settembre 2015

IL COMPLETO DA PIOGGIA


Il mio completo da pioggia preferito.
Fin da piccolo i giorni di pioggia mi destabilizzavano in quanto “meteoropatico” è un aggettivo che hanno voluto coniare sulla mia persona. La pioggia è scomoda e quando sei in giro sotto l’acqua a catinelle ti accorgi di quanto la gente non sappia più stare al mondo.

Traffico impazzito, strade allagate, ombrelli usati come stuzzicadenti per inforcare l’ultima tartina cruditè al party esclusivo dove si beve ma non si mangia, la Galleria che diventa scivolosa e a ogni passo rischi di sembrare Carolina Kostner sull’orlo di un malore.
 
Audrey & Givenchy.
Vogue 1974.
Per non parlare dell’orrenda poltiglia che si creava con la segatura che gettavano a terra all’ingresso della scuola quando pioveva. Ecco, quella è per me l’immagine più esplicita dei giorni di pioggia.

Poi crescendo, in particolare in autunno, ho cominciato ad apprezzare la pioggia, o meglio, più che la pioggia la troppa moda nei giorni di pioggia.

Chi mi conosce sa quanto il mio guardaroba perfetto implica capi che sono uguali e intramontabili da almeno metà secolo e che rappresentano un po’ l’élite tra i 70 e gli 80. I vestiti da “vecchio” insomma.

Non c’è giorno di pioggia senza impermeabile. È come dire che con la neve si esce con il bikini, l’impermeabile è stato pensato proprio per coloro che come me odiano l’ombrello e che preferiscono prendersi l’acqua piuttosto che avere quell’affare che scola e che potrebbe uccidere qualcuno a ogni angolo. Il must è Burberry che però non ha il cappuccio ma il perché è ovvio.
GATTOOOOOO.

Se hai un impermeabile senza cappuccio allora ti serve il cappellino da pioggia in coordinato con la fantasia Burberry, ecco lo spirito imprenditoriale del noto marchio inglese. Io impazzisco letteralmente per l’impermeabile di Burberry e mi pavoneggio quando lo indosso e incontro altri distinti signori che come me non ne fanno a meno durante i temporali.

E poi fa così tanto colazione da Tiffany “GATTOOOOOOO, GATTOOOOOOOO” ma anche un po’ maniaco nel parco.
Non vale se c'è il sole.
Se non è impermeabile è mantella, e qui io felicissimo perché le mantelle e le cappe mi mandano in visibilio. Scomodissime e ti ingoffano più di quanto tu non lo sia già, ma vuoi mettere che scena nascondere la borsa e lo zainetto senza inzupparlo?

Sulle scarpe da pioggia invece sono poco ferrato come quando ero piccolo che volevo sempre mettere scarpe inadatte. Scarponcino, o con la para, sneakers o stivaletti da pioggia (Gli Hunter come quelli di Kate Middleton), ma se avete l’impermeabile classico ci vuole un tocco più street e giovanile altrimenti l’effetto Giorgio Napolitano con mani dietro la schiena è molto probabile.
Classicone sempre perfetto.
Carlo & Diana
Il cappello è indispensabile e quello da pioggia in stile Sampei io lo trovo adorabile. Spesso le case di moda un po’ classica Inglese lo propongono double face, da una parte scozzese, e dall’altra parte impermeabile. Così con una semplice piega si ha l’effetto spiritoso del tartan anche quando diluvia senza rinunciare a quel glamour old style che considero impareggiabile.

Ah, un’avvertenza, RIMORCHIARE NON E’ INCLUSO NEL PACCHETTO, quindi non presentatevi mai e poi mai a un appuntamento con il vostro completo da pioggia perché è la volta buona che davvero ve la fate a piedi fino a casa sotto la pioggia.
Tac, pioggia.

 
 

 

9 commenti:

  1. Lorenzo dove hai preso il tuo Burberry? Non dirmi in un negozio Burberry!! :(

    RispondiElimina
  2. Ne ho ereditati due dal Nonno e due dal prozio Ulrico, lo so, sono stato molto fortunato.
    Ma se giri per i vari mercatini ne trovati tantissimi anche intorno ai 100 euro, è un classico ma per alcuni lo è anche troppo quindi è facile trovarli nei mercatini vintage usati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dici che potrei trovarlo ad esempio nel tuo adorato mercatino di piazzale Cuoco? O in qualcun altro in particolare? :)

      Elimina
  3. Sì, lo trovi a Piazzale Cuoco nella bancarella della signora con i capelli rossi che vende abiti donna di tutti i generi la riconosci che fa angolo nella seconda/terza corsia al centro, lì ci sono.

    Altrimenti al sabato al mercato di Viale Papiniano e a quello dell'ultima domenica del mese sul Naviglio.

    Li trovi sicuro!

    RispondiElimina
  4. Lorenzo ti seguo su snapchat sei simpaticissimo e le tue perle di saggezza sono il top :) bravo bravo !

    RispondiElimina
  5. Io ti adoro e mi fido di te, quindi ti chiedo: una donna, una fanciulla, un manga come me che scarpe mette, con la pioggia? Perché io detesto con tutte le mie forze gli stivaletti di gomma, sono brutti e fanno male. Tu cosa mi consiglieresti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sneackers, con dei jeans stretti e un impermeabile sopra va benissimo.
      Le scarpe eleganti nei giorni di pioggia sono da evitare!

      Elimina
  6. Anch'io non amo l'ombrello ma a malincuore lo uso. Ma sto pensando di prendermi un cappello come Humphrey Bogart in Casablanca!

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!