sabato 25 febbraio 2012

Prada 2012: Non vendereste un rene?



Quando una modella, anche la più magra e imbronciata che ci sia, esce, si sporge anche solo con l’ alluce dal backstage e inizia a sfilare per Miuccia, tutto si ferma.
Via Fogazzaro esulta e così i 500 esclusivi invitati che possono ammirare questa collezione nell’intimità del suo show.
Vogue tenta di consolare gli esclusi dando loro la possibilità di guardare la sfilata in streaming, una consolazione per chi quel tappeto violaceo avrebbe voluto annusarlo per omaggiare la regina della settimana della moda.
Inizia così una serie infinita di modelle dai capelli lunghi, bicolor, con gli occhi cerchiati di nero accostato a colori fluo, primo tra tutti l’arancione. Vero baluardo della gamma cromatica di questa stagione.
Un po’ come le donne di Kirchner, camminano allungate su scarpe semplici nelle forme e stravaganti nei colori, con un incedere sicuro, d’altronde sono vestite Prada.
Ricchi paltò sgargianti e sbracciati coprono fino al ginocchio pantaloni alle caviglie, un po’ Jackie O’, un po’ Audrey in vacanza. Geometrie particolari, quasi ipnotiche.
Sono i colori la vera chiave di volta di questo arco rampante firmato Prada, sono colori caldi, acidi, tinte che insieme susciterebbero qualche smorfia ma che nel complesso innalzano questa collezione come un trionfo. Un nuovo trionfo per Miuccia che non delude mai.
Le scarpe molto alte slanciano la figura a volte schiacciata dalle giacche a metà gamba, alternate a gonne o pantaloni. Applicazioni decorative su spalle e scollatura, ricche, preziose, ma mai pacchiane.
E’ una donna intraprendente quella di Prada, una donna che non ha paura di dimostrare il proprio stile, autonomo e mai omologato al resto del mondo.









16 commenti:

  1. Risposte
    1. Me piacisse Cristina, purtroppo no ma ci rifaremo.
      Un giorno sarò lì, me lo sento.

      Elimina
  2. Che cappotti meravigliosi! E le scarpe, le vorrei tutte!!
    E sì me lo venderei volentieri un rene per Prada!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cappotti sono un dettaglio davvero incredibile in questa collezione.

      Elimina
  3. Come vado ormai pontificando da un po', nella vita o si è Prada o si è brutti.
    E infatti io il mio rene l'ho venduto da tempo per essere bellissimo.

    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiamasi BUON INVESTIMENTO.

      Elimina
    2. Non so se sentirmi Prada o brutto.
      Perchè di questa collezione salverei un solo cappotto, ma nella mia lista dei desideri ci sono delle stringate Prada, ovviamente!
      E' ammessa una via di mezzo, un limbo in cui stare?

      Elimina
  4. Sì però con quel trucco mi sembrano delle zombie...

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ai capotti, si ai pantaloni simil-capri, le borse che te lo dico a fare, ma un no va ad alcune scarpe

      Elimina
  6. quiero una tarjeta Visa platino!!!

    RispondiElimina
  7. super recensione. non banale. ma è un dato che non stupisce essendo il tuo blog.

    RispondiElimina
  8. Bel post!! :)
    Chi non smanierebbe per un accessorio Prada? Ma che dico: anche per un qualsiasi capo d'abbigliamento! ;)
    Però il make-up delle modelle non mi piace...non mi sentirei lusingata ad essere paragonata alle donne di Kirchner se fossi in loro! ;)

    Baci,
    ♥ New Post: 2012 Oscars

    RispondiElimina
  9. Ancora le scarpe non mi hanno convinto...chissà... magari vedendole dal vivo mi piaceranno di più!
    In ogni caso sì... non venderei solo un rene!

    Xoxo

    G.

    RispondiElimina
  10. ma le modelle non hanno le sopracciglia!!!

    Mari

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!