mercoledì 26 ottobre 2011

Giulia & la Moda


Se mi vedeste in questo esatto istante non mi permettereste mai di parlare di moda.
Mangio poc-corn in modo compulsivo, bevo qualcosa composto al 90% da anidride carbonica e guardo serie tv. Sono nel perfetto mood “Erasmus spagnolo sotto la pioggia”.
Parlare di moda.
Sempre difficile, soprattutto è difficile voler descrivere qualcuno che lavori nel campo minato della moda senza inceppare sempre nelle banalità. Ho descritto personaggi celebri, personaggi della storia della moda e ora ho scelto lei. Giulia.
Chi mi segue conosce quanto ho scritto sulla categoria delle “fashion bloggers” e sa quanto io non segua molto il fenomeno e quanto non me ne occupi personalmente.
Non mi piace il fanatismo in generale e quando vedo ragazze normalissime ostentare una classe che non hanno, allora arriccio il mio naso per niente alla francese e commento.
Giulia questo arricciamento di nasone a patata non l’ha scatenato.
E premetto che questo post non è il risultato di uno scambio pubblicitario tra il mio e il suo blog, anzi, è stata una scelta dettata dal mio gusto personale che elogia il suo. Tutto qui.
Niente di più trasparente.
Niente di più pulito.
Niente che abbia apportato migliorie alla mia vita da nullatenente.
Giulia ha 24 anni come me. Giulia è romana come me (per metà). Studia storia dell’arte come me. E come me si addormenta alle lezioni di Storia dell’arte Bizantina perché tutto quell’oro nei mosaici ravennati comportano una sonnolenza che manco la peperonata della nonna a colazione.
Autrice del blog di moda http://www.thetrendbook.com/ offre una panoramica personale sulle ultime tendenze,fotografie molto semplici dei suoi migliori out-fit e si aggiorna sulle recenti collezioni degli stilisti.
Quello che mi ha colpito maggiormente di lei è il suo essere sempre in ordine, sempre adeguata alle situazioni. Per niente sopra le righe (indossa con classe i colori di Missoni), non manca mai un tocco glamour. Sempre bon ton.
Infatti è l’eleganza spontanea il suo punto forte. Il fulcro di tutto il blog.


Non ostenta, ricerca colori e tagli che più le si addicono e non le ho mai visto indossare modelli inappropriati solo perché frutto di campagne pubblicitarie ben riuscite o magari regali di collaborazioni virtuali.
Oltre che essere bella, bella al naturale intendo, ha gusto.
Buon gusto.
E sapete anche come mai ho voluto scrivere di lei?
Perché recentemente ha ingannato tutti i suoi lettori con un falso caschetto che è stato molto apprezzato. Io ci sono caduto in pieno, come un qualsiasi tonto.
Può non piacere la categoria delle “fashion blogger” ma sicuramente quando una ragazza lo fa con disinvoltura, con simpatia e senza prendersi troppo sul serio allora non posso che seguirla con affetto e augurarle un grande in bocca al lupo.


17 commenti:

  1. Lei è adorabile. L'unica fashion blogger che seguo. Le altre (insalata bionda compresa) mi fanno arricciare il mio naso alla mozambicano come solo Bree Van De Kamp sa fare.

    - Spearsianista.

    RispondiElimina
  2. Caro Lollo, anche questa volta hai proprio ragione! Lei è bellissima ed ha davvero STILE! Parolone che usano in troppe, ma che veramente poche hanno...

    Kiss

    RispondiElimina
  3. lo devo ammettere, non la conosco. sicuramente adesso andrò a sbirciare qualche post dal suo blog, perchè se Lollo dice che è fantastica, un motivo ci sarà! e comunque la tua versione da Erasmus sembrava la mia versione di questo periodo, con la differenza che non mi sono mossa da casa :-/
    è sempre un piacere leggerti!
    M.

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto morire con questa ultima frase.
    Il nostro stato da poveracci è international, tranquilla. Qualunque città, qualunque paese.

    Lollo

    RispondiElimina
  5. questo mi piace. siamo un'associazione o meglio la creeremo. ovunque andrai, ovunque sarai, sempre poveraccio resterai. [c'abbiamo pronto pure lo slogan, vedi tu!]
    M.

    RispondiElimina
  6. Ciao Lollo,
    è sempre un piacere leggere i tuoi post. Non amo le fashion blogger, perchè spesso sui loro spazi trattano la moda in modo stereotipo, senza esprimere il loro punto di vista, ma ti fanno passare tutto come importante e assolutamente imperdibile. Anch'io propongo qualcosa di abbigliamento ma sempre abbastanza contenuto senza strafare....Questa ragazza invece sempre avere il suo stile.
    Buona serata Alex

    RispondiElimina
  7. Hai centrato perfettamente il punto.
    Grazie Alessia, davvero.

    RispondiElimina
  8. La seguo da poco, ma mi piace molto! E' davvero brava!

    RispondiElimina
  9. ciao,

    più di tutto , soprattutto, mi piace "il non prendersi troppo sul serio " c'è veramente troppa gente che lo fa .

    ave

    RispondiElimina
  10. Quelle Mary Jane sono fantastiche e lei è bellissima!

    RispondiElimina
  11. Grazie ragazzi, ero convinto che vi sarebbe piaciuto questo post e soprattutto la nostra bella e brava Giulia.

    RispondiElimina
  12. Me l'hai fatta conoscere tu :) Ora visito il suo blog! :D

    RispondiElimina
  13. la seguo sempre anch'io perchè lei "gioca" con la moda e non perde mai di vista il "buon gusto".

    riesce a trovare sempre spunti interessanti, soprattutto nei dettaglio.

    quanto al tuo outfit da blogger "versione erasmus" è adorabile. i pop corn sono una piccola e scoppiettante gioia della vita

    baci baci
    ila

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  14. date le condizioni (precarie) in cui verso in questo esatto momento neanch'io dovrei parlare di moda ma questa ragazza è una meraviglia!
    grazie Lollo caro, mi fai sempre conoscere e scoprire cose nuove!

    ps. altro che pop corn, fai razzia di patatine Lays!

    RispondiElimina
  15. Io questa ragazza non l'avevo veramente mai vista, ma mi piace il suo stile si avvina al mio :)

    P.s Viva le bevande composte per il 90% di anidride carbonicaa :)

    www.neifilef.blogspot.com

    RispondiElimina
  16. Vogliamo parlare della grazia e disinvoltura?! Wow, veramente meravigliosa. Brava Giulia e bravo Lollo!
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!