venerdì 1 luglio 2016

IL MIGLIOR GELATO A MILANO


DA TUFFARSI DI TESTA.

L’estate non è solo caviglie al cielo, canotte da muratore e fronte lucide come merluzzi scongelati, l’estate a Milano è anche quel tepore post doccia e post cena, quell’attimo a due in cui ci si guarda e si capiscono le cattive intenzioni.
No, non mi riferisco al sesso, anche perché incollati al lenzuolo sfiorandosi si percepiscono 64 gradi come all’ingresso degli Inferi, ma piuttosto alla routine del gelato.
Non c’è nulla di più bello che scendere di casa in espadrillas e un paio di miseri shorts senza inibizioni e camminare verso la propria fedelissima gelateria preferita, quella che si raggiunge in pochi minuti, quella che volete far conoscere a pochi e importanti amici.
Però Milano è così bella che val bene anche una pedalata in bicicletta alla ricerca del gelato più buono e meno universalmente noto della città, perché basta con la grande distribuzione e basta con le gelaterie in cui tutti fanno coda e commento.
Ecco la mia top 3 delle gelaterie che ogni anno mi vedono entrare felice e uscire ancora più felice:

3 – GELATERIA GARDEN SOLARI: Via Montevideo 25
Scoperta per puro caso mi è subito piaciuta perché tutto l’arredamento è rosa cipria e ci sono delle pareti realizzate con mosaico a specchio e sembra di stare in una disco-ball o in una di quelle sale da ballo degli anni ’70. Le creme sono eccezionali, anche se appena entri urli FRAGOLAAAAAA spinto dall’entusiasmo di un rosa accecante. Da mangiare rigorosamente su una panchina del “Parco Solari”, tra virgolette perché ormai sventrato dai lavori della metropolitana, più che parco aiuola.

2 – MASSIMO DEL GELATO: Piazza Risorgimento, angolo Via Pisacane
Un po’ di massa, un po’ di nicchia perché è una zona per cui il classico milanese o ci vive o non ci capita mai. Mi piace per l’atmosfera elegante, le cornice con le damine settecentesche riadattate con il cono in mano e la gentilezza delle ragazze che ci lavorano. Qui ho passato il mio ultimo primo appuntamento, direi quindi che è stata una buona scelta.

1 – GELATERIA UMBERTO: Piazza Cinque Giornate

Qui è il mio cuore, e lo consiglio perché è uno di quei posti in cui ti portano le Nonne, le prozie, un angolo di mondo che ha visto e non subito i tanti cambiamenti di Milano, la sua insegna ha più di 40 anni e dal 1930 è la gelateria del quartiere. Senza orpelli o fronzoli di design, rimane imbattibile per la crema.  La Gelateria Umberto per me conquista il podio anche per un semplice fatto, è uno di quei posti che rimpiangeremo quando non ci sarà più, uno di quei locali storici che non vogliamo rimpiangere quando al suo posto nascerà un Grom o un Cioccolati Italiani qualunque. E poi la squisitezza dei gusti e la gentilezza di chi ci lavora sono un valido motivo per farla diventare meta di quella famosa passeggiata di mezza estate, magari gustando il suo gelato su una panchina alla Rotonda della Besana. 


2 commenti:

  1. mi spieghi la differenza tra una camicia, un camicione e un camicione-fresco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Camicione fresco è un termine che ho sempre usato io per indicare quelle camicie larghe, spesso con il collo alla coreana, di lino e con colori basic che uso per andare al mare in spiaggia o la sera.

      Elimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!