martedì 22 maggio 2012

PRONTI PER LA PROVA CALZEDONIA?


La bonazza brasiliana che inarca la schiena.
Arriva sempre quel periodo dell’anno.
Quello in cui tu hai fatto il cambio dell’armadio e ricomincia a fare freddo.
Quello in cui hai rifatto il letto, mandato il piumone in lavanderia ma di notte fa così freddo che raduni i tuoi dodici peluche o rubi la coperta a quel derelitto del tuo partner.
Quello in cui speravi di indossare una seconda volta le scarpe nuove senza calzini nonostante le piaghe da lebbroso che ti hanno procurato.
Quello in cui l’estate ti sembra vicina ma tu sei ancora molto lontano.
Primo perché devi finire gli esami.
Hai una tesi da scrivere.
Un tirocinio che non è ancora iniziato.
Dieci lezioni di acqua bike che ancora non hai dato.
E secondo perché la fatidica domanda “Dove andrai in vacanza?” ti mette più ansia dei tuoi genitori che chiedono “Quante tasse dell’Università dovremo ancora pagare?”, giustamente peraltro.
Le vacanze.
Mi sembra stupido per me che non vado a lavorare in miniera tutti i giorni pensare che ho bisogno di andare in vacanza, sono stato sei mesi in Erasmus in Spagna quest’anno, più vacanza di quella?

La vacanza mette ansia per due motivi:
1)      devi sempre avere una meta che una volta pronunciata susciti almeno stupore nel conversatore.
“Vado a Kos”
“OH CHE MERAVIGLIA”
Non importa se non si ha la benché minima idea della sua posizione topografica, stupore sia.


2)      devi sempre proclamare il timore riguardo alla celeberrima PROVA COSTUME.
“Oh guarda qui che cosciotti, tremo per la prova costume”
A parlare sono due gambe che paiono fili del computer.
In questo caso il galateo vuole che a rispondere siano una serie illimitata di complimenti e vezzeggiativi circa il fisico scultoreo del soggetto in considerazione.

La bonazza brasiliana non è di certo a Bibione.
La suddetta prova costume è stata ribattezzata da me medesimo.
LA PROVA CALZEDONIA.
Eh sì, perché non conosco nessuno che non associ l’estate al costume e il costume all’azienda in questione. Qualsiasi donna italiana quando si appropinqua a comprare il costume da bagno entra da Calzedonia.
(E notare che mentre digito Calzedonia su Word non mi viene segnalato alcun errore).
Effettivamente propone sempre dei prodotti di qualità e che rispecchiano le mode del tempo, mille i colori e mille le possibilità di abbinare i vari pezzi.
Personalmente ho dichiarato il mio amore più sincero per questo negozio quando ad una svendita sono riuscito a trovare a 50 centesimi un paio di calze (da bambino, taglia 39) color senape.
Da lì la mia più incondizionata fiducia.
E poi ci sono quei motivi familiari che mi spingono a ringraziare Calzedonia ogni giorno della mia vita, ogni volta che posso chiedere a madre se al supermercato mi compra lo yogurt vaniglia Muller, l’unico prodotto di marca che mi concedo.
Quest’anno Calzedonia ha pagato una pubblicità in cui una modella (brasiliana?) corre leggiadra su una spiaggia caraibica, tutta bronzè, spruzzando l’acqua trasparente e inarcando sensualmente la schiena.
La schiena inarcata è un classico nelle pubblicità di costumi.
La bonazza brasiliana pure.
A parte quei cento passaggi al minuto per cui ormai la canzone tunz tunz ci è entrata inesorabilmente nella testa, la pubblicità è un classico e rispecchia l’atmosfera estiva.
Quello che non rispecchia è la NOSTRA atmosfera estiva.

Perché noi non corriamo su una spiaggia deserta ma al massimo facciamo lo slalom a Bibione tra altre cinque mila persone.
Perché non siamo così belli, nemmeno dopo dieci attente ore di Photoshop.
Perché non inarchiamo la schiena, c’abbiamo la sciatica.
Perché l’effetto che il costume ha sulla modella non si paleserà MAI una seconda volta.

Dopo Gisele-Dio-Esiste-Bundchen altre due sono state le testimonial di Calzedonia, e tutte e due sono così belle che fanno male agli occhi.
Un sabato pomeriggio piovoso uggioso e peloso (?) nella tristanzuola provincia milanese, esco con una mia bellissima amica per prendere un gelato.
“Aspetta che entro un attimo da Calzedonia.”
“Oggi?” rimango allibito.
La teoria della PROVA CALZEDONIA prevede che tu possa interessarti al reparto costumi solo dopo una prima veloce abbronzatura, un’attenta ceretta integrale e una botta di autostima che Eva Mendes deve apparire come la ciospa del liceo.
“Chiedo solo se hanno il catalogo.”
Le commesse sono sempre così gentili e cordiali, quindi non puoi litigarci e rimandare questo momento.

Usciamo e sfogliamo questo catalogo 2012-torniamo-al-Medioevo-così-non-posso-far-vedere-manco-le-caviglie.
La modella bonazza posa in tutte le salse e sta bene anche con quei mutandoni alti con relativa arricciatura, posizionata strategicamente là dove non dovrebbe rialzarsi nulla.
L’autostima cala.

Troppi muscoli e soprattutto troppi capelli.

“Guardiamo la parte maschile” chiedo ignaro di ciò che avrei visto.
Una pioggia di addominali che io non avevo nemmeno a 17 anni, spalle a triangolo equilatero rovesciato, gambe lunghe e, colpo di grazia, capelli a volontà.
“Basta, è troppo”
“Ma tu sei più bello”
“………”
Seguiranno messaggi come “Vero che domani in pausa pranzo andiamo a nuotare?” con relativa risposta.
“Certo, e se smette di piovere andiamo anche a correre.”
Improvvisarsi tipi ginnici è un classico sintomo di sofferenza pre-estate.

33 commenti:

  1. ahahahahahahahah quoto tutta la parte finale!!!
    ahahahahhahahahahahahahahahahhahahahahahahahah
    Mi mancavano i tuoi post!!! ;)

    xoxo
    Alessandro - http://www.thefashioncommentator.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consoliamoci, noi puntiamo alla simpatia.

      Non è vero?

      Elimina
  2. I costumi di Calzedonia non sono male ma si sono montati, come tutti, un po' la testa. I prezzi sono alle stelle e quando ti chiedono 85 euro per un costume intero (da sfoggiare per quella festa in piscina di sera dove sono tutti fighi) tu ringrazi, esci e li mandi a quel paese.
    Qui a Catania hanno aperto uno spaccio Calzedonia/Intimissimi/Tezenis in un centro commerciale e ho trovato dei costumi graziosi di Calzedonia, suppongo di qualche collezione fa a 15 euro!!
    Robi

    P.S. Io quest' estate farò il sud della Spagna, da Alicante a Barcellona per poi concludere il mio giro in Costa Azzurra come ogni anno. Non mi posso lamentare!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui hanno costruito lo spaccio ed è lì che ho trovato i calzini color senape.
      Li cercavo da una vita.
      Comunque bel giro per le tue vacanze, passa da Cadaques, rimarrai incantata.

      L.

      Elimina
  3. ecco perché rifuggo come la peste ogni tipo di nuovo contatto umano fino a dopo l'estate:
    - neo- single
    -accerchiata da gente tutta accoppiata
    - di conseguenza vacanza con i genitori (e c'ho 23 anni)e training autogeno per stare lontana da corpi contundenti che m'infliggano dolore fisico
    -esami, sempre troppi
    direi che fondamentalmente il fisico di ste qua ( con tutto che, come se non bastasse, sembro una ciambellina pelosa, quindi pure quello ci mancava!)è l'ultimo dei miei problemi.
    :) bell'articolo cmq! davvero!
    ah, ps, io a kos ce so stata, e..direi meglio evitare eh?? :)
    bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vuoi mettere gli occhi affettuosi dei tuoi genitori e non quelli prepotenti del resto del mondo?

      Teoria perfetta.

      Grazie mille del commento, carinissima.

      Elimina
  4. Hai descritto perfettamente la mia situazione pre-vacanza: esami da fare, pioggia e vento freddo a fine maggio, pallore invernale e strafighe in costume che ti guardano male perchè potrai anche comprarti lo stesso costume, ma non lo indosserai MAI come loro.

    Bravo! =*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che è la situazione un po' di tutti e come ogni anno tentiamo l'impossibile.

      Elimina
  5. Per me le pubblicità di Calzedonia hanno sostituito quelle del Festivalbar nell'annunciazione dell'arrivo dell'estate!
    E devo dire che ogni volta che parte quella musichetta mi si chiude lo stomaco al pensiero della prova costume...forse per entrare in un costumino Calzedonia dovrei ascoltarla in loop tutti i santi minuti! ;P

    Post meraviglioso, ma questo non c'è davvero bisogno di dirlo!

    Abbi una splendida giornata, caVo! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una splendida giornata a te, tunz tunz.

      Elimina
  6. io quest'estate me ne frego alla grande della prova costume! In questo periodo di tagli...taglio anch'io, la mia ansia! Tra le altre cose ho detto addio al bikini...costume intero (si si lo sò sono troppo ribbbelle!) ehehehe
    Come sempre adoro leggerti...un bacio! Marì

    RispondiElimina
  7. nei costumi calzedonia le mie tette NON ENTRANO. neanche a infilarcele di forza.quindi io non posseggo costumi calzedonia.
    ma quanto mi sta sul cazzo la pubblicità..l'altro giorno stavo guardando la tv con moroso e alla vista della tal sudamericana beltade l'ho visto sbarrare gli occhi (giurerei di aver visto anche una piccola goccia di saliva che cadeva dall'angolo della bocca, ma non ne sono certa..). mi sono subito premurata di comunicargli che le tipe così non esistono, per lo meno, non nel mondo reale..e che di certo io, dal grasso sulla pancia della mia taglia 44 non sarò mai nemmeno lontanamente paragonabile ad una così!quindi che si metta il cuore in pace..
    ahahahahha

    lollo io ti adoro sempre
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fai morire Babette, il tuo lui è fortunato.

      Elimina
    2. sappi, che col pensiero ti sto INONDANDO di cuoricini!
      tu continua a scrivere così, e siamo a posto!

      Elimina
  8. Personalmente parlando il mio "momento calzedonia" arriva a Giugno quando non solo prova costume, bensì prova costumi...per lo spettacolo. Faccio una scuola di danza/ musical e credo di non aver mai incontrato mise imbarazzanti come quelle del mondo della danza. Anche perchè a Giugno sei color latticino, sparaflesciato dalle luci, sudato e sotto l'occhio vigile della platea mezzo svestito. Terribol.

    Poi ovviamente arriva il momento mare e sulla riviera romagnola hai a malapena spazio dove poggiare l'asciugamano, altro che correre!

    grandioso come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino, gli abiti da danza sono assurdi per certi versi, bisogna essere filiformi per indossare quel tripudio di pailettes!

      Grazie mille!

      Elimina
    2. Pizzo e pailettes come se piovesse !

      Elimina
  9. Ma solo io evito COME LA PESTE di farmi del male così?? Però effettivamente anche io ho organizzato un gruppo di corsa pre-estate...Oggi abbiamo rimandato! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono andato, ne porto le conseguenze!

      :)

      Elimina
  10. Credo che per quest'estate rimandero la prova costume... Pur avendo perso un sacco di kg non mi sento ancora pronto U.U
    Comunque invidio tutti i modelli di Intimissimi e Calzedonia... Ogni volta che ne guardo mi viene una trissssssstezzzza!!!

    RispondiElimina
  11. è bello sapere che i piccoli traumi che comportano l'arrivo dell'estate sono comuni un po' a tutti :) ma a proposito di prova costume, vado ad aiutare mamma con la pizza!!! sempre mitici i tuoi post ;)

    RispondiElimina
  12. Ahahaha oddio, mi hai reso la giornata migliore con questo articolo, sei geniale :) baci!

    RispondiElimina
  13. "Personalmente ho dichiarato il mio amore più sincero per questo negozio quando ad una svendita sono riuscito a trovare a 50 centesimi un paio di calze (da bambino, taglia 39) color senape.
    Da lì la mia più incondizionata fiducia."


    Ti amo. Ti mando davvero la scatola di cioccolatini.

    E cmq sono mesi che a lezione all'uni con le compagne di corso parliamo SOLO di diete, bevande drenanti e crackers leggeri. La prova costume sembra più importante della sessione d'esami estiva. E dire che a causa degli esami non vado al mare! (mica per i cosciotti!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LE BEVANDE DRENANTI?
      svengo dal ridere.

      era così anche nella mia facoltà, essendo tutte donne le mie compagne si davano certi consigli che perfortuna ho dimenticato.

      Aspetto i cioccolatini, o mi mandi della rucola scondita?

      un abbraccio

      Elimina
  14. Devo specificarlo che nelle ultime due settimane ho corso più di 50 km?

    RispondiElimina
  15. Madonna , è tutto verissimo!
    <3

    RispondiElimina
  16. Madonna , è tutto verissimo!
    <3

    RispondiElimina
  17. Kos è una bella isola del Dodecanneso, vale sicuramente la pena andarci. Se veramente ci devi andare, vedi sul mio blog che qualcosa al riguardo trovi.

    RispondiElimina
  18. può una commessa del negozio Calzedonia del centro commerciale le Vele di Quartucciu Sequestrare un costume gia pagato solo perche non ho portato il costume usato per avere lo sconto di 5 euro e quando ho chiesto di darli in contanti pur di avere il mio costume ha detto NO e non mi ha permesso neanche di avvalermi del diritto di recesso?? si è tenuta il mio costume e i miei soldi!!!

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!