venerdì 27 maggio 2016

KATE DAVANTI E DIETRO TUTTI QUANTI

FAMILY.
Ci sono due eventi della Royal Family che aspetto impazientemente: il Garden Party di Maggio nel giardino (che poi è qualcosa come 1000 ettari di erba finissima tagliata perfettamente con le forbicine delle unghie) e il Royal Ascot, le gare dei cavalli che ci interessano solo per lo sfoggio di cappellini di ogni forma e dimensione.
Al primo la Regina arriva a piedi, sempre con borsetta tenuta al gomito come se dovesse prendere la circolare 91 per andare a prendere una ricetta dal medico, ad Ascot invece su una deliziosa carrozza scoperta salutando la folla, accompagnata dall’ormai mummificato, ma sempre arzillo, Principe Filippo.
E puntualmente di chi si parla sempre se non di Kate Middleton? Due anni fa sfoggiò un abito giallo limone e che le stava anche un incanto maledetta lei e i suoi geni che dovranno studiare in laboratorio, quest’anno invece lo stesso abito con cui battezzò il principino George.
SATANA

Una scelta spontanea? Una svista? Macché, minimo ci sarà stato un conclave segreto con 8 guardarobiere armate di fogli exel e grucce meccaniche che urlavano alla semplicità di un abito di “seconda mano” per essere più vicine al popolo, decisione poi sigillata in Parlamento.
L’importante è che i giornali titolino “KATE UNA DI NOI”, “KATE INDOSSA UN ABITO DUE VOLTE”, “KATE ACQUISTA DA ZARA”, dove Zara non è l’altra nipote (anche lei bellissima) di Elizabeth.
Due sono le verità a riguardo: è tutto studiato e lei è fin troppo bella e perfetta. Così perfetta che può anche indossare un tacco 12 a un Garden Party senza sprofondare nelle viscere della Terra, perché ormai abbiamo constatato che è Satana in persona.
A sprofondare invece sono sempre le due povere cugine, Beatrice ed Eugenia, etichettate come le bruttine della famiglia, le figlie di quella che gentilmente è definita come “la mignotta di Buckingham Palace”, Sarah Ferguson.


BEATRICE DI YORK (postura al "prendo un po' di vento tra le cosce")

Le due figlie di Andrea, fratello di Carlo, sono principesse reali MA non essendo prime nell’ordine dinastico verso il trono, vengono un po’ eclissate e l’etichetta prevede che non si avvicinino troppo a Will & Kate durante le visite ufficiali e gli eventi mondani.
Le prendono in giro, le fanno sempre fare Anastasia e Genoveffa perché ormai sembra quello il loro ruolo, solo perché non hanno le gambe lunghe, non sono magre, e non hanno i capelli sempre perfetti e uno zaffiro enorme che fu di Lady D, ma io voglio dire basta.
Beatrice in particolare è la mia preferita, perché un po’ cavalla e un po’ impacciata, e mi ci rivedo quando agli eventi mondani non esce bene in fotografia nemmeno se dall’altra parte dell’obbiettivo c’è Mario Testino.

Eugenia che cerca disperatamente di procacciarsi un nobile figlio cadetto.
I giornali suppongono che le due cugine non amino Kate, perché fa più eco una loro presunta antipatia perché le rendi più reali e vicine a noi, ma magari non è proprio così e hanno una cordiale sopportazione che varia da “Sta stronza” al “Questa mezzosangue”.

Ah, quanto è dura la vita a Buckingham Palace. 

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!