sabato 22 novembre 2014

LA PASSIONE DIVENTA UN LAVORO




In tanti si lamentano della mancanza di lavoro, di opportunità e di coraggio. Crisi o non crisi tante volte si perde il senso del rischio e non si investe nelle proprie capacità.
Chi disegna abiti per bambini, chi prima realizzava collezioni intere e ora fa gioielli in argento, chi ha cominciato per gioco e ora è una vera e propria designer.
Come Carolina Ravarini, milanese purosangue, che dandosi alla creazione di gioielli handmade con pietre colorate e abbinamenti elegantissimi è un missile sparato nel jewel-design.
In una città in cui tutti si sentono stilisti, visual, designer e socialize, Carolina muove i suoi sapienti passi con una maestria davvero impareggiabile, perché ha uno stile molto ben definito.

Niente serpenti di strass, niente bracciali pitonati con inserti laccati d’oro e orrende scritte in latino, i suoi gioielli sono raffinati e di gran gusto, che si adattano a una impegnativa giornata di lavoro o a un cocktail formale in cui sfoggiare pietre pregiate ma non gli smeraldi di 4 etti chiusi nella cassetta di sicurezza in Svizzera.
Il segreto di Carolina è tutto lì, abbinare i colori in modo che l’uno esalti l’altro, come in una vera storia d’amore alla francese, così anche le due sfumature che farebbero storcere il naso alla signora “Io solo bianco e nero, fa molto Chanel” in realtà sono totalmente azzeccate.
L’azzurro con il verde, il giallo, il rosso.
Carolina non ne sbaglia una.
Il principio della sue collane a più giri ad esempio è quello di poter essere indossate da giovani sempre di corsa e dalle signore più mondane, sono un passepartout per ogni tipo di occasione, mai fuori luogo e mai eccessive.
Indossando una sua creazione poi non si arriva mai a quel fastidioso “Vorrei ma non posso”.
In ogni sua creazione, realizzata una a una da lei medesima con le sue manine da ricamatrice dell’Ottocento, c’è la passione e il savoir faire di una ragazza che quasi per gioco ha trovato il suo lavoro da grande.


C’è la tenacia di chi crede nel suo progetto e che lo vuole portare avanti con tutte le sue forze, fatica dopo fatica, perla dopo perla.
Non è facile ma Carolina ha così tante idee per il futuro che sono convinto avrà sempre più successi.
E’ riuscita a “svecchiare” l’idea dei gemelli creando una collezione al maschile unica nel suo genere, ha inserito nelle sue creazioni l’elefantino, un portafortuna dal sapore orientale (A me ci vorrebbe un Mammut) e al suo ultimo cocktail i gioielli portavano il nome delle persone più care.
Un’idea carina e da lacrima per chi è arrivato e ha visto il proprio nome accanto a un gioiello, anche per quello a forma di rospo.
Carolina ha realizzato il suo sogno di disegnare e realizzare gioielli ottenendo un grande successo, il primo di una lunga serie.

Carolina Ravarini Milano
Via Sant’Andrea 5, Milano


I gemelli bicolor



6 commenti:

  1. Effettivamente ormai sono talmente abituata a vedere in giro (vetrine comprese) certe patacche che una cosa così raffinata fa quasi male al cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ormai per gioiello si intende la plastica sbrilluccicosa di Zara.

      Elimina
  2. Trovo queste creazioni deliziose! Davvero interessante il dettaglio dell'elefantino :)

    RispondiElimina
  3. stupende creazioni. di ottimo gusto :)

    www.nonsidicepiacere.it

    RispondiElimina
  4. scoperti oggi, sono molto freschi e c'è poco da aggiungere, deliziosi e di gusto, sicuramente una boccata di ossigeno tra gioiello di design esagerato e pacchianate varie

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!