lunedì 16 settembre 2013

IL PANTALONE DALL'ORLO SBAGLIATO


Come nascondere l'assenza di un orlo.

È una storia triste ma va raccontata per il bene dell’umanità.
Siano disposti accanto al pc un pacchetto di  soffici fazzoletti e un po’ di collirio perché qui la lacrima è facile.
Qualche tempo fa capito a Roma ed essendo venuto a conoscenza di un evento drammatico quale la chiusura definitiva di MAS (Magazzino allo Statuto), mi ci fiondo come un affamato su un piatto di trofie al pesto.

Per chi non lo sapesse MAS è il tempio delle brutture a prezzi stracciati, ci sono abiti, pantaloni e cose immettibili che diventano pezzi irrinunciabili per il tuo guardaroba.
Come un paio di mutandoni di lana lunghi che saranno lì dal 1946.
Che fai non li compri? Non li indossi con simpatiche babbucce mentre fuori nevica e il riscaldamento è al minimo per non consumare?
E poi costano 1,75 euro, un affare. Io li ho comprati.
Pantaloncini militari a 1 euro.

Pantaloncini color pastello gialli limone e rosa fragola, anch’essi a 1 euro.
Da MAS te ne freghi se sembri un gelataio, te ne freghi se con le salopette sembri un operaio che imbianca la casa di una ricca signora, da MAS compri con la consapevolezza che “TANTO COSTA 1 EURO” e forse non indosserai mai nulla comprato lì dentro.


Il seminterrato è un luogo soffocante, senza finestre, un labirinto dove le pareti sono ricoperte di pantaloni lunghi da uomo.
MIGLIAIA E MIGLIAIA DI PANTALONI LUNGHI.
A perdita d’occhio, tutto a 1 euro.
Il tempo di resistenza è minimo perché dopo mezz’ora la vista si appanna e lo svenimento è vicino.
Riempi il tuo sacchetto di pantaloni di lana 100% che andranno risistemati dalla sarta ma una volta rifatti saranno perfetti.
Scozzesi verdi e blu da abbinare a un sobrio maglione con maxi renne per il Natale in montagna, grigi per un colloquio di lavoro e altre fantasie anni ’80 per eventuali feste invernali a tema.
Quando si sale al secondo piano e ci si imbatte al reparto pantaloni 10 euro si fa una smorfia perché diventa una cifra assurda se si pensa che tutto lì costa 10 volte di meno.
Li vedo, poco sobri, un po’ lenzuolo, un po’ federa.
Un paio di pantaloni di Corneliani, lunghi 2 metri ma perfetti in vita, gambe e sul mio culo possente.

 “Certo che 10 euro, mi sembra tanto” accecato ormai dalla tirchieria tutto 1 euro.
Alla cassa sono dubbioso ma poi la coatta con le unghie volgarmente smaltate me li passa insieme a tutti gli altri a 1 euro e io felice torno a casa con nuovi acquisti.
Dopo qualche settimana ancora giacevano sul letto in attesa di essere amati e in un lampo di Outfit-veloce-devo-uscire li ho infilati dimenticando il fatto che fossero lunghi per almeno mezzo metro.

“Che problema c’è!”

FORBICE, LUNGHEZZE A CASO, RISVOLTI (Per non far vedere che sono senza orlo) E VIA.
“Il pantalone senza orlo” è la nuova triste storia alias “La piccola fiammiferaia”.
Prometto di portarli presto dalla sarta che con soli 2 euro di orlo darà loro una nuova chance.
E così vissero per sempre felici e ben indossati.

12 commenti:

  1. ma tu non sai cucire??? pensavo di sì...
    comunque è un caso che un orlo sia più alto di un altro??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sò cucire ma non un orlo, è complicatissimo!

      Elimina
    2. è già qualcosa. Ma l'hai fatto apposta a alzare un orlo più di un altro?

      Elimina
  2. Certi negozi non possono chiudere!! le parole "Tutto un euro!" offuscano la mente ed il buon gusto. Ma il risparmio non dorme mai!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ho visto il sito internet del Mas. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è la vendita on-line scontata?
      Sarebbe fantastico!

      Elimina
  4. C'è da dire che sei uno dei pochi che può indossare quei pantaloni e non sembrare in pigiama :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque voglio anche io un magazzino così a Padova! Uffi
      Sempre un piacere leggerti! ;)

      Elimina
    2. Dici che non sembro in pigiama?
      Grazie mille per il complimento Giulia, sempre un piacere trovarti qui!

      Elimina
  5. Quando sono andato a Roma questa estate una mia amica mi aveva parlato del MAS in termini entusiastici (del tipo: ci sono espadrillas a un euro!).
    Pensando già di tornare a casa con saccate di roba ci sono andato bello contento, ma niente. Era chiuso e dovevo andare alla stazione. Mi rimarrà sempre un rimorso :'(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come chiuso! E' aperto anche quando c'è la Messa del Papa e l'eclissi del sole, che sfortuna!
      Organizza un viaggio apposta e non te ne pentirai.

      Elimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!