lunedì 18 febbraio 2013

TRENITALIA E LA CERVICALE DI BEYONCE'


Nessuna riuscirebbe ad ancheggiare come lei

Per una volta che il sottoscritto riesce a fare una cosa buona e a programmarla con un velato anticipo, la sicurezza che apparisse una sfiga a ciel sereno era nell’aria frizzantina della bassa padana.
Frecciarossa Roma-Milano, vengo mollato a Tiburtina un’ora e mezza prima da mio zio perché aveva predetto l’ingorgo automobilistico più trafficato della storia di tutta la capitale ma in realtà sulla strada c’eravamo solo io, lui e qualche taxista abusivo.
Così, mi ritrovo in questa stazione ultra-terrena, rampe, scale e ambienti futuristici, architetture all’avanguardia ma poi mi guardo attorno e non vedo manco una panchina, una sedia, una sala d’attesa, il nulla.
Mi accomodo su una scalinata e la polizia mi dice che non ci si può sedere.
LA POLIZIA.
Fuori si accoltellano, organizzano barbecue sulla tangenziale ma i poliziotti con la divisa immacolata vengono da me perché ho osato sedermi.

A quel punto, sconsolato, mi chiama mia madre.

“Se ti capita, compreresti un calendario ufficiale della Lazio per Daniela?”


SILENZIO.
Daniela è la ragazza bulgara, alta 1 metro e 90, che a casa fa le pulizie una volta a settimana, e quando mia madre le ha detto che ero a Roma ha chiesto se potevo comprarle un calendario della Lazio da  regalare al marito per San Valentino.
Non un calendario qualsiasi ma quello della Lazio perché il marito fin da piccolo in Bulgaria era un tifoso laziale. Quale mistero.
Ecco che potete immaginare me, con una valigia in mano e una borsa a spalla che compro il calendario portandolo sotto l’ascella perché l’unico arto capace di tenerlo lasciando così libera la bocca di esprimere tutta la sua rabbia repressa con una serie di parolacce bibliche.
La mia carrozza è la dieci.
Praticamente sono salito sul treno  a Viterbo da quanto era lontana, mi sono trascinato come un derelitto. Avrei voluto viaggiare in prima classe con i bauli di Vuitton sistemati per bene da un facchino in livrea, ma nella realtà avevo un trolley di Carpisa, una borsa David Jones, famosa marca di finta pelletteria del mercato, e per l’appunto un calendario della Lazio per un bulgaro tifoso sotto al braccio.
Che charme.

Una volta seduto mi rendo conto di essere attorniato dai soliti manager che al telefono parlano da Roma a Bologna ininterrottamente, gallerie incluse. 
Uno addirittura con tono imperativo parla con quella che spero non fosse la sua fidanzata.
“Ciao. Ho dimenticato due cose. Una è la camicia stirata, mi raccomando non spiegazzarla, mettila nell’armadio. E se me ne stiri altre è meglio”.
All’inizio pensavo si trattasse della cameriera.
Poi “Ho lasciato anche la cartolina che avevo comprato per i bambini. La spedisci tu. Ti do l’indirizzo ma non scriverla tu perché hai una calligrafia troppo femminile, trova un uomo che la scriva al posto tuo”.
Volevo prenderlo a pugni, solo che aveva un alito così mefitico che mi avrebbe stramazzato al suolo prima che potessi anche solo avvicinarmi.
Riposo gli occhi e le orecchie per un pochino quando a svegliarmi una ragazza di rosso vestita.
“Posso lasciarti questa busta in omaggio?” e scompare.
Dentro delle fasce auto-riscaldanti per la cervicale offerte da Thermacare che tanto ha a cuore il tuo benessere muscolare quando porti a spalla delle valigie da profugo in cerca di fortuna.

Da lì l’associazione di idee.

CERVICALE= BEYONCE’.

Lei che dimena la testa come nessuna trans di Rio de Janeiro alla storica competizione del Bate Cabelu, deve per forza avere una scorta a vita di queste fasce auto-riscaldanti.
Io in attesa del concerto studio le sue 47 mosse storiche e tengo sul comodino il Thermacare.
Si sa mai, l’ultima volta che in Erasmus mi hanno fatto ballare “Single Ladies” in mutande ho preso quasi la bronco-polmonite e l’ultima volta che ho imitato Beyoncé che imita la camminata di Naomi Campbell ho quasi sfasciato lo stinco a una mia amica.
Altro che fasce per la cervicale, ci vuole un’equipe di ortopedici.

17 commenti:

  1. Dovresti postare un video di te che balli Single Ladies.... Dovresti proprio... :D
    Robi

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma io avevo una borse che mi sembra si chiamasse proprio così! ora piango, dimmi che esiste davvero sta marca?

      Elimina
    2. Certo, David Jones, famosissima, da noi le vendevano a 10 euro. Un affare!

      Elimina
  3. secondo me il calendario della Lazio sotto al tuo braccio adesso ha preso un altro fascino... potrebbe diventare un must per la prossima stagione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello a cui punto, una serie di pochette con i calciatori della Lazio!

      Elimina
  4. Si può essere pieni di charme anche da nudi con le mani in tasca, ricordatelo.. ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nudi con le mani in tasca? Stasera prima della doccia ci provo!

      Elimina
  5. simpatica descrizione, come sempre.

    ma perchè un bulgaro dovrebbe diventare un tifoso della Lazio? perchè proprio della Lazio, mi chiedo ...
    misteri dell'animo umano...

    Il manager che da' istruzioni alla moglie (???) per la cartolina è SUBLIME!!!

    RispondiElimina
  6. Ti sfido a ballare Single Ladies col calendario della Lazio sotto il braccio e la bulgara che intanto ti passa la scopa sotto i piedi e il manager che ti urla al telefono che balli in maniera troppo femminile :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi studio a memoria tutti gli ostacoli poi comincio a esercitarmi!
      Ti abbraccio cara

      Elimina
  7. La prossima volta che ti trovi a Roma, smarrito, con il trolley di Carpisa (che è la Vuitton della Tiburtina) e senza calendario della Lazio sotto il braccio.. esigo una telefonata!!
    Ti avrei soccorso e portato a bere un caffè all'interno di alcuni chicchissimi bar della zona, con il mignolino all'insu'..
    <3 Isotta

    RispondiElimina
  8. Ma vai al concerto di Beyoncé!! Che bello!!
    Quando l'ho vista anni fa non ero rimasta per niente delusa, anzi!!
    Peccato che questa volta i biglietti siano stati sold out in men che non si dica...quindi nada per me!


    XOXO
    Cami

    www.paillettesandchampagne.com

    RispondiElimina
  9. calendario della Lazio...sacrilegiO!!!!

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!