venerdì 30 settembre 2011

L'ABBATTIMENTO DEGLI IDOLI


LA DISTRUZIONE DEGLI IDOLI
Oggi andrò a distruggere alcuni miti, alcuni idoli che potete aver ormai digerito e assimilato.
Ma siccome io sono solito bruciare le zucchine con cui cerco di condire una pasta, devo per forza dire la mia e se posso critico molto meglio.
Milano è una città difficile, è una città in cui tutto cambia troppo in fretta per stare a passo con i tempi. Una sera vai in un locale, passi una serata splendida e la settimana dopo scopri che è chiuso perché si spacciava cocaina, facevano i peep show e il proprietario era una narcotrafficante.
Ogni volta che mi allontano da Milano succede qualcosa al suo substrato mondano e così quando torno devo rimettermi in linea con gli ultimi gossip altrimenti vengo deliberatamente escluso dai discorsi per i successivi quattro mesi.
Se poi c’è di mezzo una stagione intera ed una sessione delle sfilate donna allora il mio destino è segnato. “NON SEI PROPRIO DEI NOSTRI, CIOE’”.
Io, ogni tanto mi cimento nella scrittura creativa sulla moda ottenendo pessimi risultati, ma osservo molto e pur non essendo mai stato invitato ad una sfilata più o meno so capire cosa succede in quei giorni in cui tutti impazziscono e tutti si vestono come mai nella loro vita.
Orribilmente di Gucci vestita.
L’anno scorso abitavo in Francia. L’anno scorso torno e non si parlava che di una certa tizia. ANNA DELLO RUSSO. La googlo subito e subito provo un certo fastidioso prurito all’alluce. Nel mio linguaggio significa: antipatia.


Ok, si veste bene. Ok, a volte è eccessiva e mi piace il fatto che si distingua dalla massa.
Ma che ruolo ha? Scrive? Qualcuno ha mai letto un suo interessantissimo articolo su Vogue riguardo al riflesso che la moda ha nella vita delle donne di tutto il mondo?
Si vede solo nelle foto. Tutti ormai vanno alle sfilate per stare fuori dalle sfilate, farsi fotografare da qualche blogger, sfoggiare un imbarazzante borsa color puffo e dire “Io c’ero, avevo anche studiato la posa e avevo pure il broncio”. TOP. Commenteranno gli altri wannabe.
Non parlo della categoria blogger perché ormai stanno occupando le prime file e per quelli che sgomitano si trovano anche posti nelle ultime, nelle retrovie in cui al massimo si sbiascica qualche commento “Quest’anno và il color petrolio, niente panico, corriamo da H&M e spargiamo la notizia”.
Quello stesso pomeriggio, milioni di tweet e milioni di post sullo stesso argomento.
Alcune hanno talento, hanno stile e non si discute sul loro privilegio ottenuto a colpi di borsette e pantaloni a campana. Ne conosco alcune e sono simpatiche, divertenti, oltre che sempre perfettamente vestite. Mai un capello fuori posto, nessun dramma sociopatico traspare dai loro outfit, è invidiabile il loro modo di apparire in ogni foto.

Un’altra figura che mi rende misantropo e che mi infastidisce facendomi prudere l’ascella si chiama Olivia Palermo. A parte che sembra il nome di una borsa finta, di un modello di sciarpa per l’inverno, di quelle brutte e infeltrite, e poi che ha di così speciale?
Pare sia una “socialitè” dove questo aggettivo dovrebbe indicare una persona che nella vita non fa nulla oltre che a decidere come vestirsi per camminare tutto il giorno in città e farsi fotografare in attesa che dei giornali come “Cosmopolitan” o “Cioè” le pubblichino nella sezione moda.
Moda?
Scelta discutibile.
Certo, si vestono molto bene, sono donne bellissime ma quello che infastidisce è l’imposizione dei mass media. Quante persone si vestono cento volte meglio? Quante persone non hanno tutto il giorno per fare shopping e riescono ad essere anche originali ravanando dentro ai mercatini dell’usato nel cestone “tutto un euro”?
L’abbattimento degli idoli è spesso un’arma a doppio taglio, si può criticare e si può apparire anche invidiosi perché non si fa parte di quel mondo luccicante.
E per uno che non viene invitato manco alla “Sagra della porchetta” l’invidia è normale. 
Tutti saltellano così in giro per il mondo.

18 commenti:

  1. Sante verità!
    Anna Dello Russo mi sta proprio sulle palle! tutti la vogliono e la amano! io trovo alcuni outfit eccessivi e ridicoli...però la cosa mi da più fastidio è che indossati da lei sono "TOP" se li mette una blogger "un pagliaccio osceno". insomma anna mi sta proprio sulle palle!
    per Olivia Palermo invece è diverso! mi sta simpatica,si veste bene ed è molto bella (tuttavia non fa un cazzo ed è ricca perchè il signore l'ha messa in una famiglia molto benestante) AMEN
    ;) ciao lollo!!

    RispondiElimina
  2. E menomale che il prurito ti viene solo a sentire il nome queste due! ;))))
    xoxo
    Alessandro

    RispondiElimina
  3. TOP TOP TOP! ;);)
    "pur non essendo mai stato invitato ad una sfilata più o meno so capire cosa succede in quei giorni in cui tutti impazziscono e tutti si vestono come mai nella loro vita.", la butti sempre dentro a ogni post una frase che mi fa ridere fino alla fine della pagina..
    interessante, comunque, che sia anna dello russo che la palermo siano diventate Odiose fashion-icons.. noi chi dovremmo essere allora, presidenti del mondo??
    un abbraccio Lò..
    V.

    RispondiElimina
  4. Con questo post ti sei definitivamente meritato un monumento: all'intelligenza, alla sincerità, al buon gusto. Avendo da parecchio superato i 15 anni, non venero più nessun essere umano e, a dire il vero, nemmeno divino. Ammiro chi si veste bene, intendendo per "bene" un certo tipo di originalità mista a sobrietà, il che elimina di fatto la Dello Russo, ma odio la moderna tendenza ad eleggere come miti della moda soggetti che non fanno nulla nella loro vita a parte spassarsela in abiti costosi. Se avessi tutto il tempo che hanno loro, nonchè i soldoni, sti cazzi se sarei figa pure io! Scusa lo sbrocco, ma mi hai particolarmente ispirato. Love you! Kiss

    RispondiElimina
  5. beh sì, l'invidia è normale per quelle persone cui unico scopo nella vita è vestirsi bene perchè deve essere fotografata in questa rivista piuttosto che in un'altra.
    lo scopo di esseri umani semplici e anonimi come noi, è invece quello di vestirsi di corsa, perchè si hanno VERI impegni importanti, cercare di vestirsi ugualmente bene, non perchè ci fotograferanno dato che non ci considera nemmeno il fotografo nostro parente, ma per sentirci bene con noi stessi, sicuri che ciò che indossiamo è ciò che siamo, e pronti ad affrontare la vita da studente/lavoratore nel modo migliore possibile.
    no, pensandoci bene, non li invidio per niente!
    W gli anonimi mio caro Lollo, (non che loro siano proprio conosciutissimi in realtà..)
    M.
    hopelesstimetoroam.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Grande Lollo! parole sante!
    Ma infatti, 'sta Anna Dello Russo che cacchio di lavoro fa nella vita?! io proprio non l'ho capito...
    secondo me il termine socialite l'hanno coniato proprio per la Palermo, una specie di traduzione di "prezzemolina" che fa troppo anni '90 per poter essere ancora usato!

    buon fine settimana Lollo caro! :)

    RispondiElimina
  7. A parte capire che ruolo hanno queste due devo dire che in Anna non trovo nessun senso, almeno Olivia è pheega, almeno eh.

    RispondiElimina
  8. Quanta verità!! Hai già detto tutto tu. Cos'altro aggiungere??
    [sono tra le 20 finaliste del contest di ZALANDO. mi aiuti con un voto? su mio blog ti spiego come fare :D]

    RispondiElimina
  9. Quanta saggezza in così poche righe, ogni tanto sarei curiosa di sentire un parere sulle sfilate da qualcuno che è stato invitato a parteciparvi.

    (No, AMAAAAAZING non vale come commento, eh.)

    RispondiElimina
  10. tra l'altro nella foto che hai messo la Anna - Gollum - Dello Russo è ancora vestita bene...argh, ci sono certe sue mise che meriterebbero l'internamento

    RispondiElimina
  11. ciao Lollo ,

    tutto bene da quelle parti?
    ho letto il tuo post e quelli precedenti ....
    mi hai fatta ridere .... perchè io prima di iniziare a scrivere sul mio blog ....mica lo sapevo chi era questa Anna dello Russo...mai sentita ....poi, sai guarda questo, guarda quello, l'ho vista .... ma ogni volta penso che sembra una delle " ragazze coccodè" del programma di Arbore .
    Anche l'altra la Palermo , carina e socialitè a pacchi.......ma la vita , quella vera ...è un'altra !

    ave

    RispondiElimina
  12. Era da un po' che non passavo di qui... leggere i tuoi post è sempre estremamente piacevole e divertente!
    I personaggi di cui hai parlato si incontrano spesso nei vari blog e siti di moda... ne parlano in tanti.. ma sinceramente non hanno mai catturato più di tanto la mia attenzione...

    xxx

    F.details

    RispondiElimina
  13. Blog di Lollo + tazza di thè= serata perfetta :)
    C'è certa gente in giro, altro che queste due!

    www.neifilef.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. quali icone di stile? sono dei fenomeni da baraccone. alle sfilate, ma, ahimè ultimamente anche durante l'anno, si vedono sempre più a Milano persone vestite in modo allucinante.

    essere "alla moda" (frase che detesto) non vuol dire essere originali a tutti i costi. lo stile, lo saper interpretare la moda, è un'altra cosa.

    solo a lady gaga sono concesse delle licenze poetiche (forse), ma lei è una pop star, non una firma di vogue.

    (mi piaci pungente)

    RispondiElimina
  15. Se fossi invidioso di quelle nullità (nel senso che non fanno NULLA per lavoro) non saresti mio amico. E comunque Anna dlr non s veste bene, scrocca gli outfit più impressionanti delle penultime sfilate per andare a quelle in corso.

    RispondiElimina
  16. Lollo! Riflessioni da 10 e lode! Verissimo, vengono troppo spesso pubblicizzati personaggi come style icon, che non esprimono poi uno stile personale, ma vestono solamente bene (forse merito dei loro portafogli e come dici tu, anche di tutto questo libero). Io amo curare la mia immagine, in realtà molto più nel vestire che nel make-up, trucco e parrucco... Ma (purtroppo) quando mi vesto ho i minuti contati e capita spesso di dimenticare qualche dettaglio o accessorio, dimenticato ormai da anni, nella voragine del guardaroba. Senz'altro sono tutti personaggi perfetti e a prova di rivista, ma non a caso sono nati i blogger... Scott Schuman ad esempio, ha creato una moda che si è rapidamente diffusa in tutto il mondo e che è molto più interessante a quanto pare, di tutti questi socialite: la fotografia di persone comuni, egregiamente o bizzarramente vestite per le strade di tutto il mondo. Per cui, non mi preoccuperei troppo... E poi, sapevi che Olivia Palermo vuole diventare una Fashion Blogger? XD
    Baci,
    Cocò

    RispondiElimina
  17. Attento a criticare Lollo, secondo me quella gonna l'ha ricavata dalla pelle di un'anaconda uccisa personalmente a colpi di stiletto! ;)

    Comunque! Sottoscrivo ogni singola parola: vorrei vederle tutte queste socialite mentre preparano un esame! Quando la sciatteria più nera domina, con un baffo che sembra quello di Freddy Mercury e un sopracciglio (volutamente signolare!) alla Lourdes Ciccone! è_é
    Ah, sì! Ovviamente in questo momento sta scrivendo la mia amica "INVIDIA"...-.-"

    Abbi una splendida giornata, caVo! =)

    RispondiElimina
  18. "Quante persone si vestono cento volte meglio? Quante persone non hanno tutto il giorno per fare shopping e riescono ad essere anche originali ravanando dentro ai mercatini dell’usato nel cestone “tutto un euro”?"

    TI STIMO.

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!