giovedì 18 agosto 2011

B-DAY: ISTRUZIONI PER L'USO


Il mondo non è più lo stesso da quando quel 18 Agosto 1987 decido di nascere. Pausa pranzo, tanto per sfracellare i maroni a tutti i medici della clinica Regina Margherita, Roma.
In realtà volevo nascere due giorni prima perché era l’anniversario dei miei genitori e perché era il momento giusto. Per me. Loro infatti erano a Vallombrosa, luogo decadente per la villeggiatura montana dove non c’è un giornalaio, figuriamoci un ginecologo. Partono alla volta di Roma in fretta e furia con mia madre che viene drogata per ritardare le contrazioni. Mio fratello rimane con la nonna, quasi isterica e preoccupata che il suo terzo nipote potesse veder la luce in una squallida macchina sull’autostrada del sole. Nato brutto, pelosino e grasso come un quarto di bue ero poco ambizioso e non concedevo il dubbio di grandi aspettative. Dormivo, mangiavo e producevo una gran quantità di letame. A poco a poco sono diventato biondiccio e aperti gli occhi un “ohhhh” di sorpresa. Sono azzurri. “Cristina, sei sicuro sia figlio mio?”. Il dubbio credo sia venuto a tutti visto gli occhi scuri di entrambi i genitori e pure dei miei fratelli. Da qui la leggenda che mio fratello mi ha raccontato quando avevo circa 4 anni. “Tu sei stato adottato” l’incubo di tutti i bambini “perché sei stato trovato sotto casa in una macchina un cui c’era tua madre, una prostituta, nuda squarciata”.
Ecco il prototipo di uno sceneggiatore di CSI Miami. O di un serial Killer.


Un’infanzia tranquilla insomma, serena e senza incubi.
Essendo pieno agosto quasi mai ho festeggiato con i miei compagnucci di scuola, al massimo davo una festa di Carnevale in pieno Febbraio, così, per diletto. La mia prima candelina l’ho spenta a Vallombrosa, esattamente come quel traguardo importante che è il diciottesimo.
Avevo ancora tutti i capelli ma l’herpes. Sta brutto essere decenti il giorno del proprio compleanno, sia mai. Mia nonna per l’occasione aveva tirato fuori il servizio da gran gala in blu con i castelli inglesi dipinti. Fu storia quel compleanno.

Un altro, forse il dodicesimo, sarà trasmesso ai posteri per i regali di merda che mi hanno fatto degli amici dei miei genitori. Una buzzurrissima maglietta cinese di Rex. Sì, proprio lui, quel cane tedesco che non mi sono mai filato nella vita. Ma dico, regalami quella delle Spice Girls che così torno a casa e posso fare la checca fino in fondo. Poveri, è anche vero che comprare un bel regalo al mercato di Vallombrosa è come chiedere a Berlu di portare avanti con dignità la nazione.
Da quando c’è Facebook tutti possono far finta di ricordarsi un compleanno. Io frego quelli che però sono in vacanza, non connessi ad internet e che quindi non si ricordano. MAI.

L’anno scorso ero a Lisbona. Quest’anno sono ad Aix-En-Provence diretto in costa Brava, a Tossa de Mar, pronto a sbarcare come un profugo in Spagna iniziando il mio Erasmus.
Il primo messaggio di auguri che ricevo è solitamente della mia migliore amica Nicoletta spaccata la mezzanotte. La mia ex (pericolo scampato) “dolce” metà per quattro anni ci ha provato ma senza capire. Non riusciva a capire che il giorno inizia a mezzanotte e non quando ci si sveglia al mattino. Regole elementari ma chiare, nitide.

Per farmi gli auguri è molto semplice e bisogna seguire un preciso decalogo.
Niente frasi scaricate dal sito www.tantiauguri.it, del tipo “Sei come il vino, più invecchi e più migliori” o cagate simili. Niente “Auguri vecchietto” perché compio 24 anni e non ho ancora una protesi al femore. Nessun “Mi manki tesoruccio, ti voglio un sakkissimo di bene” da un numero che non conosco e che scopro essere di una mia compagna dell’asilo. Nemmeno “Auguri” senza punteggiatura, oppure “AUGURISSIMI!!!!!!!!” perché detesto i punti esclamativi ma ammiro i punti fermi. Le frasi melense le accetto solo da migliore amiche, madri che ti abbracciano e poi ti insultano perché non hai ritirato la biancheria e da nonna, lei ha la precedenza su tutti e tutte.
I regali non mi interessano e lo dico sul serio. Un biglietto carino e spiritoso invece è quello che non può mancare. Scritto su un post-it, su un foglio protocollo rubato all’esame di maturità perché si è consegnato in total-white oppure su una carta da lettere delle principesse Disney.
E poi boh. Compio 24 anni e mi sembra di avere gli stessi problemi che avevo a 16.
Ed è così. Di questi 24 anni però sento il peso di essere una persona semi-responsabile, semi-indipendente e semi-laureata. Quello che mi rimane dell’adolescenza è la Posta-Dio-l’abbia-in-gloria-Pay.

31 commenti:

  1. AUGURI!!!!!!!!!!!!!!(semplice ermetico e sicuramente di facile comprensione)

    RispondiElimina
  2. Ermetico.
    Mi piace molto allora.

    Grazie mille<3

    RispondiElimina
  3. Auguri Lollino mio, tu che sei uno dei regali più belli di questo 2011!
    Titti

    RispondiElimina
  4. Stupendo, interessante la tua nascita.
    Io non ti faccio gli auguri, te li fa REX, bau bau.

    RispondiElimina
  5. Rex è un mio incubo ormai.
    Grazie Cri, mi hai fatto troppo ridere.

    RispondiElimina
  6. carissimo lollo, tanti auguri. (visto? non ho usato i punti esclamativi :D ) da poco ho cominciato a seguirti e davvero ogni post che leggo è un ti stimo fratello, dunque, continuerò a stimarti! buon erasmus

    RispondiElimina
  7. Auguri mattinieri, fin troppo, in effetti che ci faccio sveglia?? Torno a dormire, ma devo dire che questo post è stato un piacevole intervallo.:)
    Passa una giornata stupenda.. Tossa de mar è bellina, goditela. :)
    Bacio
    V.

    RispondiElimina
  8. Risvegliarsi con questo tuo post è stato magnifico, più ti leggo, più ti ammiro, più trovo lati comuni. Anch'io non sopporto gli auguri falsi fatti tramite Facebook che puntualmente li ricorda o le frasi fatte scaricate su Internet. Dunque chiudo questo commento augurandoti di passare una bella giornata, magari non speciale, ma normale, tranquilla, serena che alla fine è ciò di cui tutti abbiamo bisogno.

    The yellow ball

    RispondiElimina
  9. guarda sei un vero morire, goditi questo compleanno alla catalana, invidia che ho io da morire e facci ridere ancora ... Un besote!

    RispondiElimina
  10. Auguri! Sei un leone come me, infatti ti stimo un KKKasino (mhuahuahua, sono silarante!).
    Ti regalerei la maglietta del cane Beethoven da aggiungere alla tua collezione, ma purtroppo non l'ho trovata.
    P.S.: io ho sempre amato compiere gli anni in agosto, in vacanza: non sono mai stata obbligata ad invitare alla mia festa tutti i compagni di classe, anche quelli che odiavo.

    RispondiElimina
  11. Ahahah auguri caro, nascere in estate è bellissimo non lamentiamoci, sarà stato meno bello per le care mamme sganciare marmocchi con 40 gradi semmai! I miei compleanni da bambina sono sempre stati tristi ritrovi con parenti tutti in ferie in Turchia e tutti che mi regalavano roba bruttissima...il regalo più bello me l'hanno sempre fatto i miei...perché me lo sceglievo io ahahahahaha!!
    un bacio!

    B.

    RispondiElimina
  12. tantissimi auguri di buon compleanno, di certo è meglio farli ad agosto che a gennaio, che col freddo-pioggia-vento-neve e qualsiasi cosa si scatena in quel periodo, festeggiare non è proprio un granchè! e poi sei in vacanza, goditi al meglio il TUO giorno, e ti prego dimmi che ti sei portato dietro la maglietta di Rex.
    xo
    M.

    RispondiElimina
  13. Il mio di compleanno solitamente capitava l'ultimo giorno di scuola. Il che è anche peggio del tuo compleanno in pieno agosto perché tutti arrivavano in classe eccitatissimi per la lotta coi palloncini pieni d'acqua che sarebbe scattata al suonare della campanella, ma di un misero pensiero rivolto alla sgravata di mia madre neanche l'ombra. Sono più sfigata io, tiè!
    Idiozie a parte, non ti do gli auguri, perché leggo quanto i soliti blablabla ti infastidiscano. Indi ci si risente domani per augurarti un buon non-compleanno.

    Un abbraccio enormenormenorme :)

    RispondiElimina
  14. Auguri. :)
    Anch'io sono un leoncino di agosto, li ho compiuti il 3! Ti auguro una meravigliosa giornata e in bocca al lupo per l'avventura che stai per iniziare!

    RispondiElimina
  15. ahahahah fantastico..bè si devo ammettere che sulla tua bacheca facebook ti ho fatto gli auguri con tanti punti esclamativi (proprio come piace a te!!):D e concordo: puntualmente qualche migliore amica pensa a come insabbiare il fatto di essersi dimenticata di farti gli auguri per il tuo compleanno..eh è così che gira la vita, goditi il B-day tesoro!

    Patchwork à Porter

    RispondiElimina
  16. Ops, ho letto questo post dopo averti fatto gli auguri su Facebook in uno dei modi vietati.. chiedo umilmente perdono :) Ma il concetto è chiaro, tantissimi auguri e passa una bellissima giornata!

    un bacio
    www.neifilef.blogspot.com

    RispondiElimina
  17. Dato che sei tutto un semi qualcosa io ti faccio dei semi auguri in attesa che da semi scrittore ti possa trasformare in uno scrittore serio, magari non di romanzi erotici (anche se ti ci vedrei bene), bensì di questi ammassi di castronerie che tanto mi piace leggere!

    Semi auguri caro!

    RispondiElimina
  18. No cazzo! Su fb ti ho scritto AUGURISSIMI!!!!! Non volevo, giuro, non lo sapevo. Chiedo umilmente perdono -.-'

    Tremendo tuo fratello comunque!

    Felice anniversario di nascita! Kiss

    RispondiElimina
  19. Ragazzi miei carissimi.
    Ovviamente scherzavo e tutti i vostri splendidi auguri danno a me la possibilità di godermi questa intensa giornata di festa. In spagna.
    Siete speciali.

    Scusate se non rispondo a tutti ma 50 centesimi dieci minuti di internet. Manco fosse il wifi del Ritz.

    un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  20. Augurissimi caro. Per la storia della paternità tuo padre non si preoccupi troppo, da noi la secondogenita non ha gli occhi semplicemente blu o castani. No. Li ha gialli.

    Eccomunque, spero tu sia psicologicamente pronto all'inizio dell'avventura!

    RispondiElimina
  21. Villaombrosa ha un suono aulico, un po' come Rivombrosa, ma decisamente meno sciatto, non ti lamentare...

    RispondiElimina
  22. Ecco, mi ritrovo a farti gli auguri in ritardo...
    Tantissimi auguri Lollo caro! :))

    io mio compleanno non se lo ricorda praticamente nessuno, facebook nel mio caso non li aiuta! ;)

    RispondiElimina
  23. ahahahh...fortissimo! E' la prima volta che passo nel tuo blog e devo dire che sei simpaticissimo, ora vado a leggermi i post precedenti. Io metto sempre un sacco di punti esclamativi, devo stare più attenta.
    Dimenticavo BUON COMPLEANNO e 24 son niente.

    RispondiElimina
  24. Arrivo in ritardo. Tanti auguri! Però arrivando in ritardo di un giorno direi che ti ho regalato l'illusione di aver 23 anni per 24 ore in più. No? No.

    RispondiElimina
  25. Ecco spiegato il motivo per il quale non compare la mia data di compleanno su facebook, Lollo!
    Bene, i miei auguri te li ho lasciati in bacheca, e credo che tu ti stia già ambientando alla perfezione in quella che per qualche mese sarà la tua Nazione. In bocca al lupo per questa bellissima avventura che ti aspetta!
    Ah, per la cronaca, anche i miei fratelli mi hanno sempre detto che sono stata adottata, e ora inizio un po' a crederci ahahah
    Un bacione caro. Se ti va passa dal mio blog, c'è un nuovo post e mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti.

    http://entrophiabehindgreeneyes.blogspot.com/

    RispondiElimina
  26. Tesoro....tanti auguri! Non lo sapevo! Bhe direi che starai festeggiando alla grande vista la tua migrazione spagnola! ;))))) Un bacione :*

    RispondiElimina
  27. bel post come al solito!=D
    in un leggero ritardo...felice genetliaco.
    :P
    http://theshopaholicnextdoor.blogspot.com/

    RispondiElimina
  28. buon compleanno in ritardo!!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  29. In ritardissimo, ma non potevo non farteli: Auguri Lollo!
    Compiere 24 anni è un traguardo bellissimo...a me è piaciuto così tanto che quest'anno penso di festeggiarli per la quarta volta! =P

    Abbi una splendida giornata, caVo! =)

    RispondiElimina
  30. Ah che sorpresa, vengo a trovarti e scopro che il 18 abbiamo festeggiato tutti e due il nostro compleanno! (Peccato che tu sei un giuovincello fiorellino e io invece ho appena varcato l'ansia del terribile 30, ma non lo diciamo a nessuno ;)
    I 24 sono splendidi, io li avevo festeggiati in Irlanda poco dopo essermi trasferita la' ed e' stato l'inizio ufficiale della mia indipendenza, sono certa che sara' un anno fantastico anche per te!
    Un bacione e tanti, tanti auguri!
    Ale

    RispondiElimina
  31. Con questo post mi hai fatto venire in mente che anni fa ne ho fatto uno simile sul mio precedente blog.
    Ripercorrere le teppe salienti dalla nascita fino alla data del corrente mese è meglio di una seduta dallo psicanalista. Utilissimo.

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!