venerdì 16 luglio 2010

Non c'è due senza tre


In ogni coppia assodata che supera i due anni di vita arriva il momento in cui un terzo “essere” cade dal cielo e attira l’attenzione del proprio partner alterando una quiete faticosamente ottenuta dopo lamenti, lanci di piatti e liti da oscar come migliore sceneggiatura drammatica. Nelle migliori delle ipotesi questa nuova “routine” può avere le sembianze di una squadra di calcetto, di vari concerti di uno sconosciuto gruppo emo semi-satanico o addirittura di un amico filosofo la cui aspirazione è potare la siepe del vicino di casa. Sicuramente meglio questo genere di “scappatelle” che scoprire languidi sguardi con un bipede pronto a farti spuntare un paio di aggeggi non più di moda sulla testa. Ma come comportarsi quando è un quadrupede in miniatura a conquistare il cuore della tua metà? Si dice che comprare un animale da portare a spasso con il guinzaglio sia una strategia per rimorchiare di più, chi ha messo in giro questa voce doveva essere parecchio disperato. Quanto all’amichetta a quattro zampe non dovete fare altro che sorridere, accarezzarla dolcemente nella speranza che non pretenda di dormire in mezzo ai voi due e che non vi svegli leccandovi la faccia. E casomai doveste lasciarvi rivolgetevi a Forum, Rita saprà concedere l’affidamento dell’amata cagnolina alla persona più adatta senza ledere la sua felicità.

2 commenti:

  1. Ahahah come dare la colpa agli altri per non assumersi le responsabilità xD
    Adoro i cani *_____*
    E questa foto è MERAVIGLIOSA <3

    RispondiElimina
  2. Eh sì Denise. Hai perfettamente ragione! Comunque con un cagnetto così si perdona tutto, infatti me ne sono innamorato al primo sguardo! Anzi al primo scodinzolio!

    RispondiElimina

Vuoi dirmi qualcosa? Vuoi mandarmi dei cioccolatini perchè ho saputo descrivere in modo esasutivo una situazione più che pezzente in cui ti sei trovato? Stringimi la mano, lascia un commento, mandami a quel paese.

Aspetto le vostre umilianti parole. Scrivetemi!